Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Casting

Compagnia Teatro dell’illusione di Roma seleziona attori/ci, danzatrici/ri per prossima produzione

Compagnia Teatro dell’illusione di Roma seleziona attori/ci, danzatrici/ri per prossima produzione

La Compagnia Teatro dell'illusione di Roma diretta da Valentina Salerno ricerca attori/attrici e danzatori per il prossimo spettacolo "La stanza delle meraviglie", una produzione Teatro dell'illusione e Florian Metateatro Teatro Stabile di innovazione. E' essenziale conoscere il lavoro della compagnia e aderire al percorso estetico.La prima selezione verrà effettuata attraverso i curricula e breve lettera di motivazione che dovranno pervenire entro il 27 Febbraio 2018 all'indirizzo teatrodellillusione@gmail.com.
Si prega di astenersi da contatti telefonici. Soltanto le persone contattate dalla Compagnia entro il 1 Marzo 2018 potranno accedere alla seconda selezione pratica che si terrà a Roma nei locali del Teatro dell'illusione Sabato 3 Marzo dalle ore 14:00 alle ore 19:00 e domenica 4 marzo dalle ore 10:00 alle ore 14:00.
Si richiede eventuale disponibilità per le prove dello spettacolo per la seconda metà di Marzo, Aprile e Maggio 2018. Debutto previsto Giugno 2018. Lo stage pratico di selezione sarà COMPLETAMENTE GRATUITO.

“La stanza delle meraviglie”
sinfonia per corpi imperfetti
Una produzione Teatro dell’illusione/ Florian Metateatro Teatro Stabile d’innovazione.
Testo originale : Michele Rak , Sergio Bini e Valentina Salerno
Regia , luci e musiche : Valentina Salerno
Interpreti : Sergio Bini in arte Bustric
Scenografia originale : Paolo Maria Contedini Valentina Salerno
Costumi : Bruna Baratti

La nostra storia è ambientata in un luogo fuori dal tempo e dallo spazio, una stanza dell’anima, dove figure e suoni si alternano con il ritmo del sogno. Il protagonista è Coppelius, un mago, alchimista, filosofo, alle prese con uno dei quesiti più misteriosi e ossessivi della storia dell’umanità : cosa rende vivo il corpo inanimato ? dove risiede il soffio vitale, l’anima? E’ possibile costruire l’amore perfetto?
Nel suo laboratorio , allestito come una wunderkammer ottocentesca, Coppelius costruisce senza sosta manichini, bambole, automi e cerca in tutti i modi di infondere loro la vita, nel sogno fuggevole di poter comporre la propria compagna ideale, di poter dar corpo predefinito all’amore e di racchiuderlo in un rassicurante involucro meccanico. Gestire, controllare, monologare emotivamente. Come se il battito di un cuore o il fremito della pelle potessero essere ricreati con rotelle, elastici e ingranaggi … La storia in cui affonda la sua fissazione è la fiaba tradizionale napoletana di Smalto Splendente, parte del Cunto de li Cunti di Basile, raccolta in un antico libro che trova per caso in un vecchio mercato. In questa storia una giovane fanciulla che non vuole prendere marito decide di impastarsi da sola il proprio compagno e poi prega intensamente finchè il suo sogno si realizza e il fantoccio fatto a mano prende vita e si trasforma in un bellissimo e ingenuo giovane. Il mago, grazie alla sua conoscenza e al suo talento, decide di fare lo stesso , ma si scontrerà con l’impossibilità di creare il suo amore perfetto. La materia non sarà malleabile, sarà ostinata nel suo proiettarsi continuo in una longeva immaturità, gli esseri da lui creati risulteranno sempre troppo manchevoli e imperfetti, fallibili, miserevoli … finchè proprio nel punto di rottura, nella ferita aperta, nella falla di chi sembra buono solo per essere gettato, scoprirà filtrare la luce dell’umanità e del vero amore.
E così il nostro spettacolo parlerà di esseri imperfetti.
Di chi non e’ terminato, di chi si sente difettoso, di chi sbaglia ma e’ pronto a chiedere scusa , di chi cresce anelando a compiersi in una forma nuova e sorprendente.
Perché nulla e’ più falso e noioso di chi ha sempre ragione...

La Creazione è un privilegio di tutti gli spiriti. La materia è dotata di una fecondità senza fine, di un’inesauribile forza vitale e al tempo stesso di un seducente potere di tentazione che ci spinge a creare”. (Bruno Schultz)

Valentina Salerno è una regista, attrice e scrittrice di libri per ragazzi. Fonda autonomamente nel 2013 il Teatro dell’illusione distaccandosi dalla Compagnia Teatropersona di cui è stata Co-fondatrice e attrice per oltre un decennio e di cui ha curato la parte pedagogica ,il lavoro sul territorio e sociale e l’organizzazione di eventi. Con la compagnia Teatro dell’illusione opera nel campo sociale e del Teatro ragazzi a Roma, Civitavecchia e Bruxelles.
E’ in lavorazione la nuova produzione di circo teatro “Madame Barbablù ” testo e regia di Valentina Salerno con Alessandro De Luca.Nella primavera del 2015 apre il "Centro culturale per l'infanzia e per la formazione teatrale" nei locali di via Sclopis a due passi da piazza San Giovanni a Roma.
Organizza nel Gennaio 2015 la performance “Tim Burton’s Dream “ per il party evento della casa di moda Viollet di Goga Ashkenazi.
Tra il Dicembre 2014 e il Gennaio 2015 organizza il Festival teatrale “La casa del Natale” in collaborazione con il Comune di Civitavecchia.
Dal 2013/14 lavora assiduamente con la ASL di Roma 1 con laboratori per persone con disagio psichico e tiene corsi di aggiornamento per gli operatori sanitari.
Tiene costantemente corsi privati di teatro per bambini, adulti e professionisti del settore da oltre 15 anni.
Lavora costantemente all’interno delle biblioteche comunali di Roma , Civitavecchia e Bruxelles, con inviti alla lettura e drammatizzazioni teatrali.
Fonda a Roma nel 2015 il Centro Culturale per l'infanzia dove si alternano regolarmente corsi di formazione, laboratori e attività di volontariato.
Nel 2017 Collabora con Sky Arte per la realizzazione di alcuni documentari.

Ultime produzioni teatro dell'illusione
Madame Barbablù
Elettroradiogramma
Jack Lo Squarticciolo