Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Workshops di Teatro e Musica al Collinarea Festival

Workshops di Teatro e Musica al Collinarea Festival
Per info e iscrizioni tel 340.3093728 - http://www.collinarea.it 8-9-10-11-12 Luglio Theatre de l'Opprimé di Parigi Il laboratorio è dedicato alla pratica del Teatro dell'Oppresso, la tecnica creata da Augusto Boal e sviluppata a Parigi dal gruppo diretto da Rui Frati. Creato negli anni settanta in Sud America il metodo del Teatro dell'Oppresso difende il diritto di ognuno di essere protagonista della propria vita. Durante i cinque giorni del laboratorio attraverso "giochi" , esercizi, improvvisazioni teatrali verranno sperimentati ed espressi sulla scena i complessi e delicati passaggi che dalla situazione di blocco creata dai conflitti portano alla creazione di situazioni nuove, molteplici e inattese permettendoci di sfuggire alla fatalità. Il lavoro svilupperà le tracce proposte dai partecipanti e saranno la base per creare delle scene di Teatro Forum. Questa forma di teatro consiste nella creazione di scene su conflitti di interesse comune che saranno successivamente proposte al pubblico sotto forma di domanda: come fare di fronte a questo problema?Le risposte del pubblico verranno accolte ed espresse in scena con il suo contributo attivo. La messa in scena e la condivisione di situazioni di conflitto può permettere una presa di distanza utile a comprenderne i molteplici sbocchi rendendo possibile la scelta e contribuendo a ristabilire dialoghi fatalmente interrotti. 14-15-16 Luglio MUSIQUE DU ROLE Piccola orchestra di improvvisazione (vocale e strumentale) (Aperto a tutti. Non è richiesta competenza e/o esperienza musicale) condotto da Luca di Volo Il Corso si propone di fornire agli allievi attori, anche privi di conoscenze specifiche, un'alfabetizzazione musicale di base utilizzando i meccanismi e le dinamiche dell'improvvisazione: il gioco, la sperimentazione, la scoperta e la creatività individuale e in rapporto agli altri. Si darà vita ad una vera e propria orchestra/laboratorio che porterà all'acquisizione delle competenze musicali elementari per l'esecuzione di lavori che spaziano dal gioco sonoro puro e semplice, alla musica etnica, alle modalità compositive della musica contemporanea, con particolare riferimento alla musica per teatro, performance, teatro-danza. Nulla a che fare ovviamente con la tradizionale orchestrina didattico/ accademica. Anzi in questa prospettiva la musica e il suono verranno considerate componenti di un'esperienza artistica globale in grado di coinvolgere contemporaneamente movimento, voce, strumento e parola per arrivare a quella che potremmo definire un' "orchestra in movimento". N.B. Portate tutti gli strumenti che avete anche se non li sapete suonare e tutti gli oggetti dai quali è possibile estrarre un suono. 16-17-18 Luglio FRANCO DI FRANCESCANTONIO La "voce umana" dell'Attore Corso sul rapporto tra gesto e voce "Essere o non essere, questo è il problema." Essere Attore o fare l'Attore; fare l'Attore o mostrare "l'Attore". Lo strano, ambiguo, sottile equilibrio tra essere e fare e la coscienza di questa differenza sono il gioco dell'Attore, la sua identità e possono creare la base per l'essere del personaggio. Le uniche armi reali che possiede l'Attore sono la coscienza (conoscenza) e l' approfondimento dei suoi strumenti. Ogni Attore deve avere il proprio personale metodo; la scuola, i corsi, il palcoscenico, il rapporto con i colleghi che hanno più esperienza e la conoscenza dei "metodi storici" sono tutte possibilità per scoprire, scegliere e perfezionare il nostro modo di lavorare. Con questo corso andremo a scoprire la nostra voce: attraverso il movimento, attraverso la lettura e partendo dalla scrittura cercheremo di individuare e analizzare tutti quegli stimoli che permettono alla voce di essere, insieme al gesto, il mezzo espressivo che caratterizza la nostra professione di Attori. Dobbiamo dare voce alla parola, dobbiamo "dare gesto" al movimento; la parola è una forma del suono come il gesto è una forma del movimento e il Teatro è per un Attore il rapporto, la sintonia, l'armonia e la sublimazione di questi mezzi di comunicazione. Il pubblico teatrale mette a disposizione (principalmente) due sensi: la vista e l'udito; l'Attore deve saper colmare questi "vuoti". Lavoreremo particolarmente su questi due sensi per comunicare attraverso di essi e rendere "umana" una parola scritta o un gesto costruito. 26 e 27 Luglio ADESA (Ghana) Afro Hip-Hop Orario: 10.00-13.00 Il ritmo e la danza dell'Africa orientale sono l'espressione delle energie fondamentali della vita. Tristezza, gioia, amore e morte: gli Africani danzano le loro vite! Il workshop permette ai partecipanti di esprimere la voce più interiore, di sentire in profondità e di esplorare se stessi attraverso il ritmo e la danza. I docenti del corso insegnano ritmi e danze tradizionali influenzati dalla musica Hip-Hop, dando anche informazioni di base sui significati e sulle origini di questi.