Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Seminari estivi a Campo Teatrale

Seminari estivi a Campo Teatrale
SEMINARI ESTIVI 2004 RAUL IAIZA: Tecniche di base nel lavoro sulle azioni fisiche, tra allenamento e partitura CRISTINA PROSERPIO: Workshop di Recitazione Cinematografica RAFFAELLA RUSSO e ANDREA GADO (Gruppolimpido): La voce del corpo. Un’indagine fisica e vocale per la scena CLAUDIO MORGANTI: L’Ascolto Più avanti troverete il programma dettagliato. I posti sono limitati. Vi ricordiamo che per prenotare un posto nei seminari è necessario versare una caparra pari al 30% e saldare la quota di partecipazione entro 10 giorni dall'inizio del seminario scelto. Nel caso di iscrizione a più seminari, dal secondo in poi si ha diritto ad una riduzione del 10% sulla quota di partecipazione. Ulteriori informazioni ed iscrizioni: Campo Teatrale Via Roggia Scagna, 7 – 20127 Tel./Fax: 02-26113133; Email: info@campoteatrale.it www.campoteatrale.it CALENDARIO Da Venerdì 9 a Domenica 11 Luglio 2004 SEMINARIO TENUTO da RAUL IAIZA Tecniche di base nel lavoro sulle azioni fisiche, tra allenamento e partitura ORARIO: venerdì 9 h 19-23, sabato 10 e domenica 11 h 14-19. Tot. 14 ore COSTO: € 140,00 (interni); € 150,00 (esterni) PARTECIPANTI: max 15 Sono richiesti almento 2 anni di formazione attorale MATERIALI: Occorre conoscere un testo, anche breve, a memoria; e una canzone. Vestiti da lavoro fisico d’allenamento e ginocchiere. SEDE DEL SEMINARIO: Teatro Guanella, Via Dupré 19 - Milano Il lavoro si ispira alle tecniche di lavoro dell’Odin Teatret e si propone di affrontare le diverse possibilità dell’allenamento fisico e vocale, e apportare modi di procedere nel lavoro sulle azioni fisiche. In breve si tratta di arricchire il rapporto tra l’allenamento dell’attore e il suo lavoro creativo. Programma di lavoro: Allenamento: plastica libera e geometrica, orchestrazione del corpo (segmentazione – dissociazione - coordinazione), ritmica, sequenze meccaniche, equilibrio e disequilibrio, dinamiche e impulsi, utilizzo concreto dello spazio. Propedeutica all’acrobatica a terra e dinamica: esercizi in coppia e composizioni di gruppo; Accessori: bastone corto e lungo, sequenze individuali e di gruppo, oggetti di allenamento; Canto: tecniche respiratorie e di emissione vocale, registri e timbrica (localizzata, dinamica e agogica), vocalizzazione, abbinamento canto-movimento, canti da lavoro in allenamento. Tecniche di lavoro sulle azioni fisiche: elaborazione delle strutture e drammaturgia dell’attuante, montaggio e drammaturgia dell’attuante, montaggio e drammaturgia di gruppo, livelli di attenzione e concentrazione. Raúl Iaiza svolge attività concertistica e pedagogica come solista in flauto dolce e nel campo della ricerca sulla musica antica, prima in Argentina e successivamente in Italia. Dal 1994 si occupa professionalmente di teatro, fondando, in qualità di regista e pedagogo il P.R.T./ I Servi di Scena7Teatro La Madrugada, di cui ha curato la regia di tutti gli spettacoli. E’ coordinatore artistico nazionale italiano per il Progetto Mus-e della Fondazione Yehud Menuhim-Bruxelles. E’ assistente alla regia presso l’Odin Teatret (Danimarca), con cui ha lavorato per lo spettacolo Salt (2002), e dal 2003 sta lavorando nello stesso ruolo per Il sogno di Andersen. Da lunedì 12 a giovedì 15 luglio 2004 WORKSHOP di RECITAZIONE CINEMATOGRAFICA tenuto da CRISTINA PROSERPIO ORARIO: tutti i giorni dalle ore 19.00 alle ore 23.00. Tot: 16 ore COSTO: € 100,00 (interni); € 110,00 (esterni) PARTECIPANTI: max 15. Il seminario è aperto a tutti. SEDE del SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano PRESENTAZIONE Senza rifarsi direttamente ad una scuola o a un metodo riconosciuto e classificato, ma esplorandone diversi, il lavoro tenderà a stimolare, attraverso la pratica, una presenza attiva e critica nelle varie fasi dell’opera cinematografica, concentrandosi in modo particolare sul momento del provino. Sin dal primo incontro viene utilizzata una telecamera con il duplice intento di registrare il lavoro e poterlo quindi riesaminare insieme, e di creare una confidenza con il mezzo. I temi trattati saranno i seguenti: Il casting Il provino Il provino su parte Il rapporto con la macchina da presa L’inquadratura e la recitazione Obbiettivi: Il laboratorio si rivolge ad attori in formazione e si prefigge l’obbiettivo di giungere all’elaborazione personale delle tecniche recitative suggerite dal linguaggio cinematografico. Non è necessario avere avuto precedenti esperienze professionali Cristina Proserpio, milanese, dopo la laurea al DAMS in Semiologia dello spettacolo, ha lavorato diversi anni in teatro come aiuto regsta per poi dedicarsi al cinema e alla pubbilicità, come casting director e trainer degli attori. Tra i suoi lavori più significativi, i film: “Il mnemonista” (Paolo Rosa); “Questo è il giardino” (Giovanni Maderna); “Fame chimica” (Paolo Vari e Antonio Bocola), per il quale ha curato il casting e la direzione degli attori. In ambito pubblicitario ha curato il casting per numerosissimi spot, tra cui, da segnalare: sprite, latte parmalat, tribe orologi, gas jeans e breil. Da venerdì 16 a domenica 18 luglio 2004 LA VOCE DEL CORPO. Un’indagine fisica e vocale per la scena SEMINARIO condotto da RAFFAELLA RUSSO e ANDREA GADO (Gruppolimpido) ORARIO: venerdì 16 h 20-23; sabato 17 e domenica 18 h 13-19. Tot: 15 ore COSTO: € 120,00 (interni); € 130,00 (esterni) PARTECIPANTI: max 15. E’ richiesto almeno 1 anno di formazione attorale. MATERIALI: abbigliamento comodo per il lavoro di training e abbigliamento da camera per la scena (sottoveste o camicia da notte per le donne e pigiama o simile per gli uomini). E’ necessaria la lettura del testo “La voce umana” di Jean Cocteau. SEDE del SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano PRESENTAZIONE “L’autore vorrebbe che l’attrice (l’attore) desse l’impressione di sanguinare, di perdere il sangue come una bestia ferita, di terminare l’atto in una camera piena di sangue ” (Jean Cocteau) Il testo di riferimento del lavoro è “La voce umana” di Jean Cocteau: un personaggio, una stanza, alcuni oggetti, un telefono ...e la tragica realtà di una storia finita tra l’amarezza del disincanto e la negazione di ogni possibilità. Il testo è piuttosto il pretesto per indagare l’intimità, lo struggimento, i sentimenti di urgenza, amore, dolore che coinvolgono un individuo in quella particolare situazione emotiva. Un percorso fisico e vocale articolato dalle regole base della costruzione scenica: il rapporto con lo spazio, la consapevolezza del proprio corpo e delle mille possibilità della nostra fisicità e della dinamicità della nostra voce in rapporto allo spazio e agli oggetti scenici. Infine, utilizzando il lavoro svolto dagli attori verrà costruita la performance conclusiva, aperta al pubblico, la quale offrirà al gruppo l’occasione di mettere in pratica le regole base della rappresentazione teatrale. La Compagnia Teatrale Gruppolimpido nasce nel 1997 a Genova dall’esperienza del Laboratorio Teatro e Libera Espressione creato e diretto da Raffaella Russo. Raffaella Russo, attrice e regista, inizia la sua formazione e attività di attrice nel 1988 partecipando ai seminari del Teatro Ateneo condotti da diversi registi tra i quali Roberto Tomaello, Federico Tiezzi e Carlo Quartucci. Dal 1990 al 1995 lavora col regista Sergio Maifredi negli spettacoli “Aristodemo”, “Teppisti!” e “Mercedes” e continua la sua formazione con artisti quali Marco Baliani, Claudio Morganti, Harvey Grossman e la cantante Claudia Sanguineti. Nel 1996 dà vita al Laboratorio di Teatro e Libera Espressione. Dal 2002 inizia una collaborazione con l’associazione Alias, attiva nella riabilitazione al linguaggio su persone afasiche, utilizzando l’epressività teatrale come veicolo di comunicazione profonda. Andrea Gado inizia la sua formazione e attività di attore nel 1991 con la compagnia “Teatro delle Vigne” diretta da A. Minelli partecipando a numerose produzioni in Italia e in Europa fra le quali “Salomé’” (anteprima al Festival di Avignone, 1992). Nel 1995 lavora presso il CASTILLO THEATRE di New York nella co-produzione italo-americana “Controluce” diretto da Graziella Martinoli e Fred Newman. Dal 1997 lavora insieme a Raffaella Russo al progetto teatrale “Gruppolimpido” in qualità di attore e co-autore. Da martedì 20 a sabato 24 luglio 2004 SEMINARIO TENUTO da CLAUDIO MORGANTI: L’ascolto ORARIO: tutti i giorni dalle ore 19.00 alle ore 23.00. Tot: 20 ore COSTO: € 240,00 (interni); € 250,00 (esterni) PARTECIPANTI: max 15. Sono richiesti almeno 2 anni di formazione attorale. SEDE del SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano Il seminario costituisce un’occasione di incontro e di lavoro con una delle personalità più importanti della ricerca teatrale italiana. Sia per un allievo in formazione sia per un attore, il lavoro apre la possibilità di analizzare la propria coscienza attorale utilizzando gli alfabeti minimi ed essenziali di un lavoro non solo teatrale, ma di osservazione, e di consapevolezza. Il training fisico-sensoriale proposto, infatti, approfondisce “zone” diverse e strumenti paralleli: l’energia; l’uso dello spazio; i cambiamenti di piano; la dinamica, il ritmo e la forma dell’azione. Aspetti indagati singolarmente che coesistono poi sulla scena. Tutti gli esercizi, singoli e di gruppo, portano ad un’acquisizione, imprescindibile e fondamentale per ogni attore: l’ascolto in scena. Claudio Morganti. Allievo di Carlo Cecchi, nel 1979 forma con Alfonso Santagata la compagnia Santagata-Morganti, di cui ricordiamo ancora Katzenmacher, Büchner mon amour, Kaspar Hauser e la messa in scena de Il calapranzi di Harold Pinter con la regia dello stesso Cecchi (premio della critica e premio Ubu). Dal 1993 ha fondato una propria compagnia iniziando un percorso personale sull'opera di Shakespeare: Studio per il Riccardo III, Riccardo vs Amleto, Tempeste, La morte di Giulio Cesare, e l'ultimo, conclusivo allestimento integrale del Riccardo III, per la Biennale di Venezia 2000. Sempre nel 2000 è stato protagonista dell' Edipo Re, diretto da Mario Martone per il Teatro di Roma. Negli ultimi anni collabora con la Compagnia Campo Teatrale di Milano - Il pigiama di Macbeth - e la compagnia Alkestis di Cagliari – Il bicchiere della staffa, End, L’amara sorte del servo Gigi.

CAMPO TEATRALE

  ASSOCIAZIONE di MILANO

...

>> continua