Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi concedere il consenso alla localizzazione per visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

Oppure puoi selezionare manualmente la tua provincia:

Corso

Laboratorio di teatro sensoriale “Tessere Gibellina”

Laboratorio di teatro sensoriale “Tessere Gibellina”

Si terrà dal 10 al 13 luglio un evento di teatro sensoriale, nell'ambito della 37° edizione del Festival delle Orestiadi di Gibellina (Trapani), con la direzione artistica di Alfio Scuderi. Si tratta di un laboratorio creativo gratuito con performance finale curata dagli attori Gabriel Hernández e Pancho García, fondatori del Teatro de Los Sentidos di Barcellona, che sarà costruito nel Giardino degli odori del Baglio di Stefano a Gibellina. Con questo seminario dalla durata di quattro giorni, (saranno selezionati 20 partecipanti) e a cui seguirà una performance aperta al pubblico, cercheremo di addentrarci proprio in questo: ci avvicineremo all’esperienza poetica, risvegliando la memoria del corpo, tanto saggia quanto dimenticata.

Il teatro sensoriale è un teatro pluridisciplinare, ogni attore/abitante è anche creatore della propria esistenza in una drammaturgia comune di gruppo. Per questi motivi i laboratori sono aperti a tutti: attori e non, musicisti, scenografi, artigiani e artisti in genere, anche a coloro che non hanno mai avuto a che fare con l'arte, ma vogliono cominciare.

Chi fosse interessato a partecipare al laboratorio "Tessere Gibellina" dovrà inviare una email all'Associazione Baccanica (associazionebaccanica@gmail.com), che organizza il seminario, allegando oltre ai propri dati una piccola lettera di motivazione. I partecipanti selezionati saranno avvisati per email e la partecipazione al corso è gratuita.

“Teatro sensoriale” è il termine che definisce un genere di teatro nato dalla ricerca del regista, drammaturgo, antropologo colombiano Enrique Vargas e della sua compagnia Teatro de los Sentidos. Nel contesto del teatro sensoriale lo spettatore non è più solo “chi guarda”, ma la partecipazione richiesta equivale ad un totale coinvolgimento. L'attore viene definito “abitante”, lo spazio scenico viene condiviso. Tutti i cinque sensi vengono coinvolti, non solo vista e udito come avviene di solito, ma anche tatto, olfatto, gusto. Ricerca e apprendimento delle tecniche del teatro sensoriale avvengono soprattutto attraverso il gioco, inteso nel senso più profondo del termine.

Contatti Associazone Baccanica:
Daniela Mangiacavallo – 3662150293 – Mariella Pagliaro – 3286241526