Geolocalizzazione

Se lo desideri puoi visualizzare notizie e spettacoli della tua provincia.

DESIDERO DUNQUE SONO. Workshop di Teatro dell'Oppresso

DESIDERO DUNQUE SONO. Workshop di Teatro dell'Oppresso

"Per resistere non è sufficiente dire no, è necessario desiderare" Augusto Boal

TdO
Il teatro dell'oppresso nasce in Brasile negli anni 70 ad opera di Augusto Boal, come teatro di liberazione di singoli e gruppi contro le oppressioni.
Un teatro che si può fare ovunque, lungo le strade, nei cortili, nella metropolitana, persino nei teatri... è un teatro in cui lo spettatore può diventare attore, entrare in scena e cambiare la situazione.
Il teatro dell'oppresso ha la capacità di riconnetterci con i nostri desideri, le motivazioni, i sogni e le passioni, ci scuote, ci mette davanti a domande e ci invita a trovare una risposta che è solo nostra.

COSA FAREMO
Andremo insieme alla ricerca e alla riscoperta dei nostri desideri, quali preziose risorse per migliorare la nostra autoefficacia e necessari alla progettualità individuale e sociale. I desideri individuali e collettivi ci aiuteranno ad affrontare le nostre oppressioni e a cercare alternative creative a problemi reali. I partecipanti saranno accompagnati dai facilitatori alla scoperta di questo rivoluzionario metodo teatrale. Attraverso un percorso fluido e graduale, arriveremo a costruire alcune scene, nelle quali i partecipanti avranno la possibilità di sperimentare direttamente il teatro immagine, il teatro forum, il teatro giornale. Non è richiesta alcuna precedete esperienza teatrale.

A CHI È RIVOLTO
Crediamo che questo metodo teatrale possa costituire un valido strumento da utilizzare in contesti educativi, scolastici ed extrascolastici, dove sia urgente trovare soluzioni condivise a problemi reali.
Per questo rivolgiamo il workshop a tutti, ma in particolare alle persone coinvolte nei processi educativi (educatori, insegnanti, psicologi, formatori, genitori), i quali sperimentandolo comprenderanno la valenza educativa e sociale di un metodo che insegna a riappropriarsi dei propri desideri per combattere le oppressioni quotidiane.
Si utilizzeranno i giochi esercizi per demeccanizzare il nostro corpo, il teatro immagine per rappresentare le oppressioni, il teatro forum per creare insieme un cambiamento possibile.

I FACILITATORI
ALESSIA CRISTOFANILLI
Educatrice professionale, pedagogista, formatrice teatrale. Diplomata presso la scuola di Teatro Sociale e Arti performative di Firenze.
Si è formata come facilitatrice di Teatro dell'Oppresso.
Realizza progetti di teatro sociale, installazioni e perfomance.
E' co-ideatrice di Accoglienza Project, progetto di ricerca per cambiare dal basso il sistema di accoglienza in Italia attraverso il teatro dell'oppresso e il teatro legislativo.
Conduce laboratori teatrali per adulti e bambini nei quali utilizza il teatro nella sua accezione antropologica e sociale, come arte promotrice di cambiamento.

MICHELE BATTISTELLA
Educatore Professionale, operatore teatrale e facilitatore di percorsi di Teatro dell’Oppresso.
Per l’associazione Educare Agendo di Ancona, propone e organizza incontri formativi legati alla cittadinanza attiva e alla sensibilizzazione della popolazione riguardo i temi della lotta alla xenofobia, dei diritti umani e delle oppressioni in campo lavorativo. Tutti i suoi laboratori perseguono le finalità del teatro dell’oppresso: “coscientizzare” il gruppo alla ricerca di nuove soluzioni a problematiche urgenti, non sempre esplicite e riconoscibili fin dall’inizio. Sul metodo del Teatro dell’Oppresso ha svolto una tesi finalizzata alla ricerca di un’applicazione strutturata del metodo in campo educativo.

QUANDO
Sabato 24 e Domenica 25 Settembre 2016
Ore 10.00-13.00 e 14.00-18.30

DOVE
TEATRO EUCLIDE, piazza euclide, roma.
Il Teatro è comodamente raggiungibile con i mezzi anche per le persone che non hanno la macchina:
- da st. termini con linea 910 (passa ogni 15 minuti)
- da metro piazzale flaminio con il trenino urbano per prima porta, una fermata

COSTI
Il costo del workshop è di 70,00 euro a persona

COME ISCRIVERSI
Per "prenotare" un posto al workshop è necessario versare un ACCONTO di 30 EURO ENTRO IL 18 SETTEMBRE 2016 sul conto dell'associazione afterLAB. Per maggiori info, contattateci:

Facebook: https://www.facebook.com/after.lab
email. info@afterlab.it

cell. 3273848298
www.afterlab.it

L’associazione culturale afterLAB (Arte Formazione Teatro Educazione Ricerca) si occupa di formazione, con particolare attenzione all'utilizzo dell'esperienza teatrale come forma di comunicazione ed educazione. Organizza corsi, spettacoli, progetti, seminari, piccoli eventi, incontri rivolti a persone di ogni età, ad associazioni, gruppi, enti pubblici e privati.

AFTERLAB

  ASSOCIAZIONE di ROMA

L'associazione culturale afterLAB (Arte Formazione Teatro Educazione Ricerca) si occupa di formazione, con particolare attenzione all'utilizzo dell'es...

>> continua