drammatico

SUL LAGO DORATO

Informazioni principali

Autore
Ernest Thompson
Regia
Maurizio Panici
Norman Thayer e la moglie Ethel, ormai ottantenni, si ritirano a vivere gli ultimi anni della propria vita sulla loro casa in riva al lago. Li raggiungono per l'estate la figlia, divorziata, e il suo nuovo fidanzato, che ha già un figlio adolescente, molto problematico. Chelsea, la figlia, spera di riuscire a ricucire il rapporto con il padre, da sempre travagliato. Ma l'incontro non funziona, e Chelsea se ne va col fidanzato, lasciando dietro come un pacco postale ai nonni il figlio, che ovv
Arnoldo Foà ed Erica Blanc, con Loredana Giordano e, nel ruolo di Charlie, Valerio Santoro

Calendario dello spettacolo

Nessuna replica in programma

Recensioni

La recensione è di Francesco Rapaccioni
Voto
Camerino, teatro Filippo Marchetti, “Sul lago dorato” di Ernest Thompson UN LAGO SENZA NODI Ethel e Norman sono un'anziana coppia che trascorre l'estate, da tempi immemorabili, in un cottage di proprietà nel New Hampshire, a Golden Pond (da cui il titolo “Sul lago dorato”). Norman sta per compiere ottant'anni e per festeggiarlo arriva dalla California la figlia Chelsea dopo otto anni dall'ultimo ritorno a casa. Chelsea, divorziata, si presenta con il nuovo fidanzato, un dentista, e il di lui figlio tredicenne, intenzionati a lasciare lì il ragazzino per andarsene in Europa.
La recensione è di La Redazione di Teatro.it
Voto
. L’attualità del testo si cala nelle aspettative dei personaggi ;così il segreto di un successo mondiale del film “Sul lago dorato” del 1981 ,coronato da due Oscar assegnati agli interpreti Henry Fonda e Catherine Hepburn, si ripropone nella attuale versione teatrale del lavoro di Ernest Thompson. Due attori eccezionali , Arnoldo Foà e Erika Blanc , danno voce ed anima a due personaggi che al di là della loro tarda età vogliono vivere ed hanno voglia e piacere di vivere per provare ogni giorno la gioia di ritrovarsi con l’unico amore della propria vita.
La recensione è di Gianmarco Cesario
Voto
Uscire da teatro con una piacevole sensazione di levità e serenità non è facile di questi tempi, ma è ciò che può capitare a chi ha assistito quasi come un vicino di casa alla commedia Sul lago dorato (On golden pond), interpretata magistralmente dall’inossidabile e sempre entusiasta Arnoldo Foà nel ruolo di Norman Thayer e dalla bravissima Erica Blanc, una Ethel dolce, tenera anche se apparentemente svagata moglie del professore in pensione.
La recensione è di La Redazione di Teatro.it
Voto
Norman (Arnoldo Foà) è l'incarnazione dell'uomo del nostro tempo, umano anche se severissimo, intollerante e 'evoluto' per forza di cose, da un nipote acquisito (Billy) che lo porterà alla riconciliazione con la figlia Chelsea (Loredana Giordano), con la quale è sempre stato troppo esigente, senza accettarla così com'è. Nella casina sul lago dorato, dove la straordinaria Erica Blanc nei panni della moglie di Norman, traduce in maniera incredibile il linguaggio degli anatroccoli, si svolge la piecè tratta dall'opera di Thompson e che parla degli scontri e degli incontri generazionali, del tempo