VINCIMI E TI VINCERÒ
Commenta lo spettacolo! Leggi le recensioni dei Redattori!

VOTO DEGLI UTENTI

Media voti: 5


I Commenti

I Commenti degli Utenti

Per non parlare della sbrigativa descrizione delle musiche: incrocio tra rock(?)e litanie ecclesiastiche(??). In ore 1:40 di opera ci sono in ...

Vorrei muovere una "piccola" critica all'autore...:"la invito ad essere più attento....ci sono state ben 4 "parti" cantate dal vivo..". Cordiali ...

Vorrei fare una precisazione all'autore della recensione....Musical tutto in Playback?Forse in pochi si sono accorti che ci sono state ben quattro ...

COMMENTA LO SPETTACOLO

LO SPETTACOLO

Autore: Enzo Donnarumma
Genere: musicale
Compagnia/Produzione: Associazione Youstar - Laborart

Scheda spettacolo a cura di
Gianmarco Cesario

LE RECENSIONI


La recensione di GiEmmeCi

La Passione secondo Donnarumma

A metà strada tra l’opera “Jesus Christ Superstar” ed il film “Passion” di Mel Gibson, la rassegna MAGGIO SI' TU,diretta da Anna Sciotti per Edi.S. Teatro, propone lopera pop “Vincimi e ti Vincerò”, messa in scena dall’associazione Youstar, in collaborazione con Laborart. L’ opera, scritta, arrangiata e diretta da Enzo Donnarumma, arriva sul palco del teatro Bolivar di Napoli accompagnata da un pubblico di fedelissimi spettatori che seguono con trepidante emozione la vicenda più rappresentata del mondo dal medioevo ad oggi: gli ultimi drammatici giorni di vita di Cristo, dalla resurrezione di Lazzaro alla crocifissione. Sul palco la nutritissima compagnia dà vita ai personaggi che con Gesù vissero quei concitati momenti in cui, spinti da religione, ragion di stato e paura del nuovo, essi furono coinvolti in un turbine di avvenimenti che nemmeno il più straordinario drammaturgo avrebbe avuto potuto concepire. Pilato, Caifa, Hanna, Maria, Pietro, Giuda, Gesù stesso vengono rappresentati nel rispetto di un’oleografia cattolica che lascia poco spazio all’interpretazione creativa, e a loro si accompagnano le figure metateatrali di angeli e demoni che si alternano con una non chiarissima successione a puntualizzare i momenti di una rappresentazione che tocca i momenti più intensi nelle ultime ore di dolore dell’uomo Gesù Cristo. La compagnia affiatata è sicuramente ben concertata, pur apparendo altamente sminuente, per un musical interamente cantato, l’uso integrale del Playback. Le musiche, dal canto loro, riecheggiano sonorità rock e litanie ecclesiastiche, mentre la regia indovina l’uso delle diapositive che danno maggior ariosità all’essenziale scenografia, salvo il discutibile e vagamente antisemitico uso delle immagini dell’olocausto, inserite subito dopo la frase pronunciata da Caifa "Il suo sangue ricadrà su di noi e sui nostri figli", come nemesi storica per il popolo ebreo per il sacrificio di Gesù, che, non dimentichiamoci, era ebreo anch’egli.

Visto il 26/03/2010 a Napoli (NA) Teatro: Bolivar

Leggi le altre recensioni dello stesso autore
Voto: Voto del Redattore: GiEmmeCi

Per saperne di più su Show Alert, clicca qui.

IL CARTELLONE


Login    Contatti    Dalla Redazione    Privacy    Preferiti    Imposta come Homepage - Siti partner: Lavoro, Arredamento

© 2003-2014 Teatro.it snc di Triglia Demetrio & C. - via Vigevano, 15 - 20144 Milano (MI) - PI: 08617960961 - R.E.A. Milano 2037420 del 11/04/2014
Iscrizione al ROC 248522 del 19/05/2014 - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano il 30/05/2008 - n. 342 - Direttore Responsabile Fabienne Agliardi This website is ACAP-enabled
error '80040211'

/spettacoli/memo_invia.asp, line 201