QUATTRO BUFFE STORIE
Commenta lo spettacolo! Leggi le recensioni dei Redattori!
Quattro buffe storie


I Commenti

I Commenti degli Utenti

Questo spettacolo non ha ancora commenti.
Sai che puoi inserirne uno?
Per farlo clicca su Commenta lo Spettacolo!

Inoltre, puoi dargli un voto cliccando il pulsante Vota questo Spettacolo
qui in alto e puoi ricevere un promemoria via e-mail quando inizieranno le repliche, con il servizio Show Alert.

LO SPETTACOLO

Autore: da L. Pirandello e A. Cechov
Regia: Glauco Mauri
Genere: commedia
Compagnia/Produzione: Compagnia Mauri Sturno
Cast: Glauco Mauri, Roberto Sturno

Descrizione
Glauco Mauri e Roberto Sturno portano sul palcoscenico la “comica follia” di personaggi resi grotteschi nello specchio deformante della realtà.
Con Pirandello mettono in scena una “pochade” in una Roma invischiata negli scandali e nella corruzione politica, e sviluppano con ironia il tema a lui sempre caro del divario tra ciò che siamo e ciò che gli altri pensano di noi.
Date repliche a cura di
Roberto Mazzone
Scheda spettacolo a cura di
Roberto Mazzone

LA LOCATION

NINO MANFREDI
Via dei Pallottini, 10 - Ostia - Roma (RM)
Tel: 06 56324849
Email: info@teatroninomanfredi.it Sito Web: www.teatroninomanfredi.it


LE REPLICHE Posizionati sulla data per conoscere orario e prezzo max

In scena dal: 02/05/2017 al: 14/05/2017

MAGGIO 2017
LuMaMeGiVeSaDo
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

LE RECENSIONI


La recensione di Silvana Zanovello

Essere e apparire da Pirandello a Cechov

Poker tutt’altro che ovvio: calare quattro assi di Pirandello e due di Cechov, come ha fatto Glauco Mauri in “Quattro buffe storie”, al  Duse di Genova fino al 20 marzo, non garantisce di per sé il successo. L’operazione è vincente al botteghino e al tempo stesso si presenta come un vero gioiellino artistico perché l’interprete regista,  sempre in perfetta sintonia con Roberto  Sturno, sintonizza note di ironia diverse e a volte persino antiteche sul proprio personale disincanto. Ne fa quattro movimenti di una coerente sinfonia che va dal farsesco al grottesco.
Lo spettacolo aggancia subito il pubblico con un Cecè immerso nella “grande bellezza” di Roma nel  1913. Il faccendiere sguazza a suo perfetto agio tra tangenti, opportunismi, truffe di grande e piccolo calibro. Segue “La patente”, celebre esempio di un Pirandello più immediatamente identificabile, con un contrasto tra verità e apparenza che alla fine lo iettatore, ovvero  Mauri, impressionante “maschera nuda”, volge a proprio favore.
Il secondo atto invita a un viaggio nello spazio e,  per un paio di decenni, a ritroso nel tempo. Nella Russia che va da dagli anni ottanta dell’Ottocento fino all’alba nel nuovo secolo, Cechov  ambienta infatti la sua “Domanda di matrimonio” e “Il fumo fa ma le”. Lo sguardo passa da una brulicante e corrotta realtà metropolitana a un ambiente rurale, con grandi spazi e realtà familiari claustrofobiche. Le contraddizioni si fronteggiano nel primo caso in un ben ritmato scambio di battute e infine in un monologo dove il protagonista gioca la sua personale partita tra essere e apparire, ma senza riscatto.
In perfetto stile Mauri la regia: non oscura gli altri interpreti, tra i quali spiccano accanto a Sturno, Mauro Mandolini e Laura Garofalo. Le scene di Giuliano Spinelli e i costumi di Liliana Sotira ricreano un’ambientazione d’epoca pur senza togliere attualità ai testi.

Visto il 16/03/2016 a Genova (GE) Teatro: Duse

Leggi le altre recensioni dello stesso autore
Voto: Voto del Redattore: Silvana Zanovello

Per saperne di più su Show Alert, clicca qui.

CERCA LO SPETTACOLO

Pubblicità Spettacoli Teatro
Login    Contatti    Dalla Redazione    Privacy    Preferiti    Imposta come Homepage - Siti partner: Lavoro, Arredamento

© 2003-2017 Teatro.it SaS di Paganini Massimiliano & C. - piazza San Michele n. 19 - 20020 Magnago (MI) - PI: 08617960961 - R.E.A. Milano 2037420 del 11/04/2014
Iscrizione al ROC 248522 del 19/05/2014 - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano il 30/05/2008 - n. 342 - Direttore Responsabile Riccardo Limongi This website is ACAP-enabled