Da “Le 4 voci di Eva”, l’ultimo grande concerto dedicato da Donatella Alamprese alla canzone declinata al femminile, nasce ora un nuovo spettacolo, idealmente connesso al precedente tramite la riproposizione dei brani di Edith Piaf, che ci introducono al mondo della canzone francese in un preciso periodo storico, tra gli anni ’30 e gli anni ’60. E’ l’affascinante narrazione della storia, umana e artistica, di quattro grandi donne: oltre alla Piaf, la “Venere nera” Josephine Baker, di origine afro-amerinda, che divenne un’icona vivente d’irresistibile bellezza nella Parigi degli anni Trenta, proponendosi poi, in segreto, durante la guerra, come insospettabile spia della Francia Libera a danno degli occupanti nazisti e, in seguito, lottando a fianco di Martin Luther King per i diritti della gente di colore; Juliette Greco, giovanissima partigiana prima, e poi simbolo stesso, con J.P. Sartre, del movimento esistenzialista degli anni ’50; infine Dalida.
Donatella Alamprese, Marco Giacomini (chitarra) e Alessandro Moretti (fisarmonica)

Calendario dello spettacolo

Nessuna replica in programma