teatro sperimentale

Fanculopensiero - Stanza 510

Informazioni principali

Autore
Liberamente ispirato al romanzo Fanculopensiero di Maksim Cristan
Regia
Simona Gonella
Lo spettacolo, nei temi, nasce dal forte desiderio di parlare del disagio cui spesso ci si trova a far fronte quando ci sembra di aver perso la capacità di distinguere ciò che realmente si desidera essere e si vuole fare da ciò che, in qualche modo, si fa perché imposto o perché conseguenza di una incapacità di dire i no giusti al momento giusto. Ma cosa accade se si pronuncia il fatidico “fanculo” e si prova a “mettere in scena” un'altra vita possibile? Nel libro da cui lo spettacolo trae ispirazione, edito da Feltrinelli, il ricco imprenditore croato Maksim Cristan (anche autore del libro stesso) prende un giorno una decisione senza possibilità di ritorno: molla tutto - casa, lavoro, macchina, amici, soldi - e parte in direzione Milano per condurre una vita da “scrittore” di strada. Partendo da questo libro e con la collaborazione del drammaturgo Michele Santeramo e Simona Gonnella è nato lo spettacolo Fanculopensiero – stanza 510. Prima milanese
Ippolito Chiarello Drammaturgia Michele Santeramo

Calendario dello spettacolo

Nessuna replica in programma