AMLETO 02
Commenta lo spettacolo! Leggi le recensioni dei Redattori!


I Commenti

I Commenti degli Utenti

Questo spettacolo non ha ancora commenti.
Sai che puoi inserirne uno?
Per farlo clicca su Commenta lo Spettacolo!

Inoltre, puoi dargli un voto cliccando il pulsante Vota questo Spettacolo
qui in alto e puoi ricevere un promemoria via e-mail quando inizieranno le repliche, con il servizio Show Alert.

LO SPETTACOLO

Autore: William Shakespeare
Regia: Filippo Timi
Genere: teatro dell'assurdo
Compagnia/Produzione: Teatro Franco Parenti
Cast: Filippo Timi, Lucia Mascino,Marina Rocco, Luca Pignagnoli

Descrizione
La tragedia di Amleto secondo Filippo Timi, artista fra i più innovativi e apprezzati di cinema e palcoscenico, che produciamo da tre stagioni. Uno spettacolo in cui ogni gesto o parola si trasforma in gioco e voce personale, provocazione intelligente, “helzapoppin” ad alta gradazione di divertimento. Un Amleto spiazzante, comico, furibondo, folle e colorato. Di fronte alla tragedia hai due possibilità: soccombere o esplodere nel massimo della vitalità. Filippo Timi ha scelto la seconda trasformando la tragedia in commedia.
Date repliche a cura di
Francesca Bastoni
Scheda spettacolo a cura di
Francesca Bastoni

LA LOCATION

DELLA PERGOLA
v. della Pergola 18 - Firenze (FI)
Tel: 055
Sito Web: www.teatrodellapergola.com


LE REPLICHE Posizionati sulla data per conoscere orario e prezzo max

Repliche passate (dal 08/01/2013 al: 13/01/2013)

LE RECENSIONI


La recensione di Francesca Bastoni

Se permettete parliamo di Amleto

A distanza di secoli, dopo centinaia e migliaia di riletture, ecco l’interpretazione del pallido principe danese secondo Filippo Timi.
Scommessa azzardata e vincente questo Amleto -costantemente giocato tra finzione e realtà.- Si parte dalla tradizione sperimentale dell’Hamlet suite di Carmelo Bene per affondare il colpo nella grottesca tragicomica rivelazione: le parole pronunciate nel dramma sono destinate a ripetersi all’infinito; i personaggi stessi ( Ofelia,Amleto, Gertrude )sono destinati a trasformarsi in maschere grottesche. Volti  e nomi prigionieri della loro vicenda.
Esemplare è il dialogo  tra Amleto e Gertrude, dalle battute del testo si giunge , con fatica, alla verità di un rapporto madre e figlio: relazione destinata a dibattersi nelle stesse identiche frasi e motti.
Amleto e il senso del frivolo
In una scena dominata dal trono e da una gabbia dorata ecco spadroneggiare Amleto. tra stranezze e capricci, fra travestimenti e palloncini.
Amleto è nobile, viziato e incapace di prendere sul serio il compito di vendetta affidatogli dal padre ( persino l’apparizione di Amleto padre è rivisitata in chiave assurda e paradossale)
Nella pièce  si pongono  dei quesiti sulla morte ma niente appare come sembra:tutto è  volto in calembour, tutto è sacrificabile …  tutto, tranne  la morte fisica (narrata in tutta la sua naturale e  cruda verità , com’è nel monologo di Ofelia).
Un Amleto di meno
Con Amleto 2 si realizza un unicum.  Opera in itinere:  Timi  sacrifica sì, la  partitura del testo,  ma per  favorire la ricerca di nuovi linguaggi e chiavi di lettura.
Ottimo il cast di interpreti: tutti capaci di fronteggiare i cambi e le trovate di un testo mai affidato alla routine. In particolare, segnaliamo Lucia Mascino, le sue incursioni e la sua varietà di registri vocali,  la rendono  un elemento indispensabile dello spettacolo.  Pubblico soddisfatto e attento. Si esce ricaricati.

 

Visto il 06/11/2012 a Milano (MI) Teatro: Franco Parenti- Sala Grande

Leggi le altre recensioni dello stesso autore
Voto: Voto del Redattore: Francesca Bastoni

Per saperne di più su Show Alert, clicca qui.

IL CARTELLONE


Login    Contatti    Dalla Redazione    Privacy    Preferiti    Imposta come Homepage - Siti partner: Lavoro, Arredamento

© 2003-2014 Teatro.it snc di Triglia Demetrio & C. - via Vigevano, 15 - 20144 Milano (MI) - PI: 08617960961 - R.E.A. Milano 2037420 del 11/04/2014
Iscrizione al ROC 248522 del 19/05/2014 - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano il 30/05/2008 - n. 342 - Direttore Responsabile Fabienne Agliardi This website is ACAP-enabled