drammatico

Antigone ovvero Una strategia del rito

Informazioni principali

Autore
Elena Bucci e Marco Sgrosso
Regia
Elena Bucci e Marco Sgrosso
Nella maschilista società greca arcaica la giovane Antigone è abbandonata da tutti, anche dalla sorella Ismene, quando tenta di compiere i riti funebri per il fratello Polinice, ucciso dall'altro fratello, Eteocle, alle porte di Tebe. Se la ragione di stato impone che Polinice, assediatore di Tebe, rimanga cadavere insepolto, esposto ad intemperie ed oltraggi, è giusto che la giovane Antigone violi questa legge solo per assecondare le ragioni del cuore? La ricerca e la restituzione della propria dignità di essere pensante e capace di scelte, è il senso della drammaturgia che Elena Bucci e Marco Sgrosso propongono per il testo sofocleo. Nello spettacolo la musica diventa una componente integrante dello svolgimento drammatico.
Elena Bucci, Margo Sgrosso, Daniela Alfonso, Maurizio Cardillo, Nicoletta Fabbri, Filippo Pagotto, Gabriele Paolocà

Calendario dello spettacolo

Nessuna replica in programma

Recensioni

La recensione è di Maria Renda
Voto


L’individuo e lo stato, la storia personale e le ragioni della Storia: questo il conflitto dell’Antigone di Sofocle che Elena Bucci e Marco Sgrosso ripropongono, confermando sensibilità artistica e finezza interpretativa. Lo studio della tragedia non riguarda solo la rete di conflitti di cui il testo è intessuto, ma anche un approfondimento della tragedia come genere sconosciuto, di cui rimangono indizi ma, necessariamente, non tracce leggibili.