LoginIscriviti  

Rassegna stampa, articoli e comunicati su eventi del mondo del teatro e dello spettacolo

 Cerca   
Festival APERTO 2013: "Inventare il vero", a Reggio Emilia dal 28/9 al 17/11
Festival APERTO 2013:

Copiare il vero può essere una buona cosa, ma inventare il vero è meglio, molto meglio. (Verdi).

“Inventare il vero” è il titolo del Festival Aperto, che si svolgerà a Reggio Emilia dal 28 settembre al 17 novembre 2013, a cura di Fondazione I Teatri Reggio Emilia, con ReggioParma Festival, Collezione Maramotti Max Mara, Regione Emilia Romagna, Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia, Ater Emilia Romagna e Fondazione Manodori.

Musica, danza, ricerca, tecnologie, espressione e teatro nella contemporaneità. Con un contemporaneo d’eccezione: Giuseppe Verdi. Verdi è linfa per questo festival Aperto 2013, anno del Bicentenario della nascita. Lo è sia come oggetto di reinvenzione, sia come presenza contemporanea fra “colleghi” adusi a inventare il vero: da Luciano Berio a Sasha Waltz, da Alva Noto ad Akram Khan, dai giovani coreografi ai rocker che cercano.

Il festival si articoli in sezioni: "Verdi nostro contemporaneo", "Omaggio a Berio (con un saluto a Frank Zappa)", "ElectronicArtRock", "Reggioemiliadanza", "Off Balance. Danza contemporanea italiana #3".

I collegamenti fra musica e danza sono fitti, le sezioni rimescolate, sia per grandi temi, sia su scala piccola e virale. Così i tre progetti verdiani ("Progetto per Verdi", "Credito Italiano Verdi" e “Patria sì bella e perduta”) evocano a diverso titolo pratiche dell'invenzione contemporanea: le nuove scritture musicali, lo happening, la narrazione performativa, il dialogo con la cultura popolare e giovanile.

I lavori dei coreografi Mc Gregor, Khan e di alcuni giovani coreografi poggiano su musiche elettroniche che trovano rispondenza nei concerti di Christian Fennesz e di Alva Noto; le musiche contemporanee usate dalla coreografa Sasha Waltz (Varèse, Xenakis, Vivier) rimandano ai concerti con Luciano Berio, Frank Zappa, Panisello, Guarnieri; i due ultimi peraltro fanno parte di un progetto Verdi, mentre Berio ritorna in una serata con Aterballetto; la prospettiva multimediale di Sasha Waltz è propria anche dei concerti con visuals.

Il rock omaggia l'opera – e indirettamente Verdi – attraverso il cinema (Maroccolo, Magnelli, Zamboni, ex CSI); ma anche Bach, cioè quell'antico che sarà un progresso (Guitar Quartet); Yuval Avital (chitarre) reinventa una vera icona del rock (Syd Barrett).
L’Amleto del Collettivo Cinetico e il progetto De Profundis, lavori diversissimi, modificano profondamente i due illustri testi (di Shakespeare e Wilde), che in tal modo vengono spinti molto lontano da sé.

E così procedendo, di “invenzione del vero” in “invenzione del vero”...

Il programma completo è su www.iteatri.re.it. Biglietti in vendita da venerdì 21 giugno on line (www.iteatri.re.it) e in biglietteria dei Teatri.

Inserita il 15 - 06 - 13
Elisabetta Vavassori
Leggi altri articoli di Elisabetta Vavassori

I Commenti degli Utenti

International Laboratory Instabili Vaganti 2013/2014 PRECEDENTE SUCCESSIVOTutti i sabati il Festival Bologna Benessere Estate a Villa Serena

IL CARTELLONE

SPECIALE TURISMO

Check In

LA NEWSLETTER

 
Login    Contatti    Dalla Redazione    Privacy    Preferiti    Imposta come Homepage - Lavoro - Arredamento

© 2003-2014 Teatro.it snc di Triglia Demetrio & C. - via Vigevano, 15 - 20144 Milano (MI) - PI: 08617960961 - R.E.A. Milano 2037420 del 11/04/2014
Iscrizione al ROC 248522 del 19/05/2014 - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano il 30/05/2008 - n. 342 - Direttore Responsabile Fabienne Agliardi This website is ACAP-enabled