TOFRINGE 2015: Shylock, una lezione di storia

Prosegue il ToFringe Festival; tra gli spettacoli in scena, anche Shylock, spettacolo acclamato al Fringe di Edimburgo: un 'Mercante di Venezia' come non è mai stato raccontato.
Miniatura
Teatro

Un uomo solo sul palcoscenico, circondato da scatole che rappresentano piccoli ‘cassetti’ da cui attingere per una lezione di storia come poche. Shylock, testo di Gareth Armstrong acclamato al Fringe di Edimburgo e poi in tutto il mondo, offre agli spettatori un insolito punto di vista sul Mercante di Venezia, dark comedy che la fervida immaginazione di William Shakespeare ha costruito partendo da una novella trecentesca contenuta nella raccolta Il Pecorone, del Giannetto.

Mauro Parrinello veste i panni di Tubal, unico amico di Shylock: un personaggio marginale nel testo originale, che qui offre numerosi spunti, originali e ‘obliqui’ per l’analisi dell’opera, dell’ebreo avido di denaro per antonomasia e di molti altri personaggi.
Sul finale, Parrinello non si risparmia nella celebre scena del processo, dando voce a tutti i personaggi coinvolti

Una lezione di storia – e di letteratura – il cui ascolto fa  bene per ritrovare, come sempre, numerosi punti di contatto con la contemporaneità, sfatando anche qualche luogo comune sulle tradizioni ebraiche (contenute anche nella Bibbia). Vengono citati anche celebri attori che hanno interpretato il ruolo di Shylock nel tempo, da Richard Burbage a Edmund Kean; inoltre, non manca un delicato confronto con un altro ebreo al quale la Storia non ha fatto sconti: Barabba, così come ne ha scritto Cristopher Marlowe, contemporaneo di Shakespeare, ne L’ebreo di Malta

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e nella prosa brillante. L’amore per il musical sboccia grazie all’incontro artistico con un altro sabaudo, Franco Travaglio, con il quale ancora oggi...