Teatro

Teatro Sistina, il sipario si alza mille volte

Dal teatro musicale alla prosa, daltrasformismo alla danza, la nuova stagione del teatro romano più frequentato dal pubblico si prospetta imperdibile.

Teatro Sistina, il sipario si alza mille volte

Dopo cinque anni sotto la direzione di Massimo Romeo Piparo, il Teatro Sistina si conferma tra le più solide realtà teatrali private in Italia. Grazie a stagioni sempre ricche di titoli importanti e alla presenza d artisti eccellenti, è stata già raggiunta la cifra di 818.991 spettatori, con l’obiettivo futuro di tagliare il traguardo del milione di biglietti staccati.

“La quinta stagione che firmodichiara il direttore artisticoè quella del bilancio, dei  numeri, dei risultati. Quando mi avvicinai in punta di piedi alla direzione del Teatro Sistina di Roma, culla di sogni e obiettivi di tre generazioni di artisti e produttori, speravo in un triennio di risultati confortanti. Questa sarà la stagione che segnerà il traguardo di oltre mille alzate di sipario in appena cinque anni”.

Mamma Mia… che musical!

La stagione 2017/2018 conserva la propria naturale vocazione al teatro musicale, con quattro titoli tra i maggiori successi del momento, a livello mondiale.

  • Mamma Mia!, il musical con le canzoni degli ABBA, in una nuovissima versione tutta italiana, con tre protagonisti maschili d’eccezione (Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muñiz) accanto a Sabrina Marciano nel ruolo di Donna Sherdan.
    Lo spettacolo percorrerà l’Italia in lungo e in largo, in un tour che debutterà in estate (7 e 8 luglio, Teatro Romano di Ostia Antica), passando per prestigiosi festival e arriverà a Roma nel periodo delle feste natalizie (6 dicembre 2017-7 gennaio 2018).Tra i punti di forza dello spettacolo, l’ambientazione tecnologica, con vera acqua di mare e bagnasciuga.
  • Grease – Edizione speciale XX anniversario (dal 13 al 29 ottobre): la Compagnia della Rancia, diretta da Saverio Marconi, torna sul palcoscenico di via Sistina, a vent’anni dalla prima, storica edizione. Protagonista nel ruolo d Danny Zuko questa volta è Guglielmo Scilla, conosciuto soprattutto sul web come Willwoosh.
  • Tratto dal film con l’immortale colonna sonora resa celebre da Withney Houston, dal 17 novembre al 3 dicembre ecco The Bodyguard, con Ettore Bassi nel ruolo del titolo.
  • Dal 6 al 22 aprile torna, invece, Billy Elliot, una emozionante storia di speranza con le musiche di Elton John e nuovi giovani protagonisti cresciuti all’Accademia del Teatro Sistina.

La novità italiana

Come è tradizione del nuovo Sistina, accanto ai titoli internazionali non mancherà la novità italiana, che prosegue il percorso già iniziato con Il Marchese del Grillo e Febbre da cavallo con l'adattamento al palcoscenico in forma di commedia musicale dei grandi film della commedia italiana: Enrico Montesano debutterà dal 21 febbraio ancora con una maschera romana, il celebre personaggio del Conte Tacchia.

Prosa comica e varietà: la contaminazione dei generi

Un’altra grande interprete del cinema italiano, Claudia Cardinale, reduce dalla sua personale affermazione sulla croisette di Cannes, sarà protagonista  della versione al femminile del capolavoro di Neil Simon La strana coppia, un progetto voluto dal regista Pasquale Squitieri, recentemente scomparso.
A gennaio, altro graditissimo ritorno,quello d Vincenzo Salemme con la sua Festa esagerata.
Infine, dopo i successi europei, arriverà al Sistina il poliedrico trasformista Arturo Brachetti con il nuovo spettacolo: Solo

La chiusura di stagione sarà affidata a Michele La Ginestra: il nuovo spettacolo, E’ cosa buona e giusta (in scena a maggio 2018), con orchestra dal vivo e corpo di ballo, rappresenta il varietà musicale della tanto amata tradizione italiana.

 

Roberto Mazzone

Autore:

Roberto Mazzone

REDATTORE