Teatro

Shylock veramente non è come noi? La risposta al Pacta Salone di Milano

Il regista Oliva fa tornare in scena Shylock per un confronto con il razzismo

"Shylock"
"Shylock" © Andrea Melato

Dopo avere messo in scena nel 2012 una versione del Mercante di Venezia di Shakespeare, Alberto Oliva, Mino Manni e la compagnia dell’Associazione Culturale i Demoni, portano in scena ”Shylock, Io non sono come voi”.

Dal 15 al 20 maggio 2018 al Pacta Salone di Milano, Oliva e la sua squadra metteranno il pubblico di fronte ad un viaggio che parte dal Mercante di Venezia ma che porta fino alle radici del razzismo, della discriminazione e della paura dell’altro.

Chi è Shylock

Shylock è un personaggio ambiguo che fin dai tempi di Shakespeare ha incarnato quegli stessi pregiudizi sul mondo ebraico che hanno portato alla loro persecuzione in diversi momenti storici. I recenti fatti di Berlino ed i tanti fatti di cronaca nazionale ci fanno pensare che tutt’oggi la discussione sul diverso sia aperta e che le risposte siano ancora ben lontane dall’essere univoche. Con questo spettacolo Oliva e Manni hanno l’obbiettivo di riscattare l’immagine di un uomo, condannato a lasciare per sempre la città di Venezia e che con il suo monologo vuole portare alla luce le contraddizioni del pensiero della società moderna. Multiculturale ma che ancora conserva un dubbio: siamo tutti uguali?

Alberto Oliva e Mino Manni con questo spettacolo cercheranno di far entrare lo spettatore in un confronto diretto con argomenti intensi e conflittuali, di fronte ai quali è difficile dare giudizi per difendersi e autoassolversi.

 

Francesca Nardelli

Autore:

Francesca Nardelli

REDATTORE