Teatro

Shakespeare, bisbetici da domare al Teatro Carcano

Prima nazionale a Milano per il nuovo lavoro del regista Andrea Chiodi, La bisbetica domata.

È una delle prime e delle più famose commedie shakespeariane “La bisbetica domata”, in scena in prima nazionale al Teatro Carcano di Milano mercoledì 7 febbraio (repliche fino a domenica 18), dopo l’applaudito debutto a Lugano lo scorso dicembre.

Un cast pluripremiato tutto al maschile

Rispecchiando la tradizione del teatro elisabettiano, il regista Andrea Chiodi si avvale di un cast tutto maschile, che comprende attori già insigniti di prestigiosi riconoscimenti quali il premio UBU e il premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro, ovvero: Tindaro Granata, Christian La Rosa, Angelo Di Genio, Igor Horvat, Massimiliano Zampetti, Ugo Fiore, Walter Rizzuto e Rocco Schira.

Uomini da addomesticare

Scrive Andrea Chiodi nelle note di regia: “La bisbetica domata - o addomesticata come si tradurrebbe alla lettera - è una commedia che suo malgrado ci fa ridere perché piena di atrocità e di strani rapporti, dove l’amore non è solo amore ma interesse, dove la finzione è uno dei primi ingredienti già dopo due pagine di testo. Un testo in cui i rapporti sono così falsati, così poco naturali che solo una stranezza quasi animalesca poteva rendere bene l’idea di cuori “selvatici”, appunto da addomesticare.

Ma forse il problema non è il cuore di Caterina, la bisbetica, che deve essere domato. Infatti è la società con i suoi stereotipi a vedere nel diverso una stranezza da ricondurre alla normalità. Una normalità che Caterina raggiunge passando attraverso il dolore e l’umiliazione e che, forse la porterà ad innamorarsi veramente di Petruccio.

 

Autore:

Davide Cornacchione

REDATTORE

Commenti