Teatro

Il musical dell’anno debutta sotto l’ombrello di Mary Poppins

Gala night per la prima versione italiana del celebre capolavoro di Walt Disney.

Il musical dell’anno debutta sotto l’ombrello di Mary Poppins

Mary Poppins bagnata, Mary Poppins fortunata. Questa la frase che si è sentita ripetere spesso giovedì 22 febbraio, da tutti coloro che, in piazza Piemonte a Milano, all’esterno del Teatro Nazionale, erano in attesa di assistere al debutto ufficiale della prima versione italiana in assoluto del musical teatrale Mary Poppins, l’evento teatrale più atteso della stagione.

Light show in piazza Piemonte

Eppure, la pioggerella che ha insistito sul cielo di Milano, non è riuscita a influire più di tanto sull’atmosfera magica e luminosa di una serata che il cosiddetto pubblico delle grandi occasioni non dimenticherà facilmente. Non è mancato proprio nulla; dal cocktail di benvenuto (all’esterno e nei due foyer del teatro) allo spettacolare e luminoso pre-show realizzato con la tecnica del video-mapping sulla facciata del teatro, sulle note dei brani più celebri dello spettacolo.
Nel foyer principale, era già possibile dare un’occhiata al merchandising dello spettacolo: t-shirt, grembiule, orsetto, borsa, tazza tutti rigorosamente marchiati Mary Poppins. E naturalmente il mitico ombrello, con il celebre manico a becco di pappagallo.

Notte da vip

In una serata come questa il classico il red carpet è d’obbligo. Il pubblico e i numerosi vip presenti in questa notte magica hanno potuto sfilare fino all’ingresso del teatro e farsi fotografare in uno speciale photo-boot dedicato a Mary Poppins. Tra loro il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, Barbara D’Urso, Renato Pozzetto, Suor Cristina, Malyka Ayane, Maria Grazia Cucinotta e molti altri. Hanno inoltre partecipato alla serata numerosi performer, tra cui buona parte dei cast delle produzioni del Teatro Nuovo di Milano (Jersey Boys, Spamalot).

Alle 20.30 arriva il momento di accomodarsi in sala. Di fronte al pubblico, il logo dello spettacolo proiettato sul sipario. Un quarto d’ora dopo, mentre qualcuno è ancora in piedi, il direttore d’orchestra Andrea Calandrini è già in posizione nella buca. Parte l’Ouverture: ha inizio la magia, scandita da momenti di profonda commozione alternati al battito delle mani del pubblico, perfettamente sincronizzati con il ritmo dei brani più celebri come “Un poco di zucchero” e l’impeccabile esecuzione di “Supercalifragilistichespiralidoso”.
Al termine dello spettacolo, saluti finali, ringraziamenti di rito da parte della Produzione, con il regista Federico Bellone che accoglie sul palcoscenico George Stiles e Anthony Drewe, gli autori delle nuove canzoni aggiunte rispetto alla versione cinematografica di Walt Disney.

La magia continua a Milano fino al prossimo 13 maggio.

 

Roberto Mazzone

  Redattore

Torinese, inizia a scrivere di spettacolo nel 2003 - e dal 2006 per l’allora Teatro.Org - specializzandosi progressivamente nel teatro musicale e ne...

>> continua