A Brescia è tempo di Teatro

Presentata la stagione 2017/18 del Centro Teatrale Bresciano. Ecco tutte le novità.
Miniatura
Teatro

35 spettacoli di cui 11 nuove produzioni, spettatori e abbonati in aumento rispettivamente del 30 e del 10%: sono questi i numeri con cui il Centro Teatrale Bresciano presenta la stagione 2017/18, dal titolo “Tempi teatrali”.
Quattro rassegne (Stagione di prosa, Altri Percorsi, La palestra del teatro, Brescia contemporanea) e alcuni spettacoli fuori abbonamento caratterizzano un calendario che vedrà la prima alzata di sipario già alla metà di settembre e si concluderà a maggio 2018.

Nuove Produzioni

Inaugura il 24 ottobre con I due gentiluomini di Verona di William Shakespeare con la regia di Giorgio Sangati, protagonista Fausto Cabra, cui fanno seguito Una bestia sulla luna, Di Richard Kalinoski, con Elisabetta Pozzi, regia di Andrea Chiodi, Temporale di August Strinberg, diretto da Monica Conti, i Sonetti di Shakespeare riletti da Valter Malosti, Ottocento, di e con Elena Bucci e Marco Sgrosso e Peer Gynt di Henrik Ibsen con Luca Micheletti e Federica Fracassi. Conclude la stagione la riduzione dei Miserabili di Victor Hugo con Franco Branciaroli e la regia di Franco Però.
Al cartellone ufficiale si aggiungono 4 produzioni fuori abbonamento: Curami Strega firmata da Marco Ghelardi, Canto alla città e Marilyn, entrambi con protagonista Lucilla Giagnoni e Solaris, ispirato al capolavoro di Tarkovski, riscritto da Fabrizio Sinisi e Paolo Bignamini.

Stagione di prosa e altri percorsi

Il primo spettacolo ospite è Il malato immaginario di Molière del Teatro Franco Parenti (regia di Andrée Ruth Shammah) cui seguono Giulio Cesare di William Shakespeare allestito da Àlex Rigola per il Teatro Stabile del Veneto, Pinocchio, prodotto dal Piccolo Teatro e diretto da Antonio Latella, le Sorelle Materassi con Milena Vukotic e Lucia Poli e Intrigo e amore di Frederich Schiller, diretto da Marco Sciaccaluga per il Teatro Stabile di Genova.
La stagione prosegue con La classe operaia va in paradiso prodotto da Emilia Romagna Teatro, I Malavoglia con la regia di Guglielmo Ferro e Ifigenia, liberata prodotto da Lugano inscena, per la regia di Carmelo Rifici.
Le ospitalità della Rassegna Altri percorsi si aprono con Questa sera si recita a soggetto di Luigi Pirandello del Teatro Stabile di Bolzano, regia di Marco Bernardi, per proseguire con due titoli che affrontano il tema della mafia: Per non morire di mafia, produzione di Sicilia Teatro tratta dall’autobiografia di Pietro Grasso, e Almanacco Siciliano, prodotto dal Teatro Biondo di Palermo, di e con Vincenzo Pirrotta.
Seguiranno Delitto e castigo di Dostoevskij firmato da Konstantin Bogomolov per Emilia Romagna Teatro e Casa di bambola di Ibsen diretto da Roberto Valerio.

La palestra del teatro e Brescia contemporanea

Oltre alle produzioni firmate CTB, la rassegna La palestra del teatro prevede Accabadora, diretto da Veronica Cruciani e ispirato al romanzo di Michela Murgia, e La moglie, prodotto dal Teatro dell’Elfo, protagonista Cinzia Spanò, Elettra e Nina.
Solo ospitalità nella rassegna Brescia contemporanea, che apre con Giro di vite di Henry James, produzione Teatro di Dioniso diretta da Valter Malosti.  Seguono, Das Kaffeehaus rilettura de La bottega del Caffè di Goldoni firmata Rainer Werner Fassbinder, diretta da Veronica Cruciani, Magnificat di Alda Merini interpretato da Arianna Scommegna e il monologo di Sandro Veronesi Non dirlo. Il Vangelo di Marco.

Fuori abbonamento

Fuori abbonamento troviamo Santa Madera, spettacolo di circo contemporaneo allestito dalla compagnia MPTA; Buonanotte brivido, ideato e interpretato dal trio comico, Giorgio Donati, Jacob Olesen e Ted Keijser e il monologo di Alessandro Albertin Perlasca. Il coraggio di dire no.

Anche per la prossima stagione un cartellone estremamente variegato per un teatro che si conferma un punto di riferimento nel panorama italiano.

 

brescia
teatro
cartellone.stagione
Studi classici e laurea in farmacia. La lettura del Macbeth di Shakespeare suggerita da una lungimirante insegnante di italiano in terza media ha stimolato la mia curiosità ed alcuni spettacoli quali Amleto e Macbeth di Gabriele Lavia, Sior Todaro Brontolon con Gastone Moschin e un'Aida all'Arena di...