Al Teatro dell'Arte 'Exister' indaga sulla libertà di danza, corpo e pensiero

Il tema della libertà nel corpo, nel pensiero e nella danza, contraddistingue la dodicesima edizione del Festival Exister 2016 intitolato Dance Freedom, in scena dal 13 al 18 dicembre alla Triennale di Milano sul palcoscenico del Teatro dell'Arte.
Miniatura
Teatro

La rassegna "Exister" che si terrà al Teatro dell'Arte di Milano vuole sottolineare la forza della danza come gesto catartico di liberazione ma anche come simbolo della libertà individuale. Si comincia il 13 dicembre con Inside, creazione in prima assoluta per video e corpo di Matteo Bittante (realizzato in collaborazione con DanceHaus e il sostegno di Next 2015 – Regione Lombardia)

Tra le serate e spettacoli, segnaliamo il triplo programma del 15 dicembre che vede in scena due creazioni del coreografo svizzero di origine algerina Philippe Saire il quale, in entrambe le coreografie, lavora su percezione e luce: NEONS Never Ever, Oh! Noisy Shadows è uno spettacolo che parla di intimità e separazione attraverso la storia di due uomini che attraversano un momento difficile della loro relazione; Vacuum crea immagini impossibili e dipinti fantastici, in 25 minuti durante i quali gli spettatori sono liberi di associare le immagini che vedono con quelle che vedono dentro se stessi. Chiude la serata Davide Valrosso coreografo e interprete di Cosmopolitan Beauty.

Il 16 dicembre ancora due novità. Anzitutto, la prima nazionale di Tefer, studio di Itamar Serussi con il Balletto di Roma, per sei danzatori sui gesti e sul corpo dell’uomo, che svela i contrasti di una mascolinità inattesa. A seguire, la danza cerimoniale che nasce da un’intuizione rabdomantica di Fabio Novembrini e Roberta Racis in Shelter.

Il 17 dicembre arriva a Milano l’ultima produzione di Enzo Cosimi, ESTASI, seconda tappa della trilogia “sulle passioni dell’anima”. Un’indagine indaga il tema del desiderio e dei i suoi aspetti più profondi generati oggi nella società contemporanea. Desiderio, erotismo, estasi mistica, amore, toccano le radici più profonde della vita sino alla freddezza fatale della morte.

La SCHEDA SPETTACOLO.

 

Inside di Matteo Bittante
Danzatore
PATRIZIA BINCO, nata a Bolzano il 25.05.59, si è trasferita a Milano dove risiede in via Leonardo Bruni 13.- Laureata nel 1984 alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna, (Corso di laurea in Discipline della Arti, Musica e Spettacolo), in Istituzione di regia teatrale con una tesi (relatore...