USCITO "IL SUICIDIO DELLA FORMICA", IL NUOVO ALBUM DEL CANTAUTORE MODI'

Miniatura
Musica

Uno pseudonimo che pesca a piene mani nel mondo dell'arte, Modì, e un disco d'esordio che mette in soggezione sin dal titolo "Il suicidio della formica": Giuseppe Chimenti, cantautore calabrese trapiantato a Roma, pubblica il suo primo Lp di inediti e si presenta al pubblico con nove brani tutti da scoprire.

Inadeguatezza e storie di vita, questi gli ingredienti del disco:
eventi fotografati dal sensibile sguardo di Modì che racconta del sentirsi presi in giro dalla realtà che ci circonda ("Persistenza della memoria" e "Preferisco il silenzio"), della ricerca di sentimenti e inquietudine ("Gli anni chiusi in tasca"), di ricordi sbiaditi e di malinconia ("Carnevale") e di consapevolezza e amore ("L'amore ci brucerà"). Tra i brani si inserisce perfettamente "La ballata del grande nulla", cover di "Ballad of big nothing" con il riadattamento in italiano del testo da parte di Alessio Bonomo.

Prodotto dallo stesso Modì e da Marco Bucci, "Il suicidio della formica" è stato registrato e prodotto interamente in analogico: il risultato è un insieme di segni, di cicatrici e ferite aperte che trovano sfogo in una delle canzoni più rappresentative dell'intero disco, "Di venerdì tutto succede", una nuvola scura, piena di acqua pronta ad esplodere le sue lacrime sull'intera città.

Segui Modì su Facebook
<http://www.facebook.com/people/Giuseppe-Modì-Chimenti/1583542314&gt; e MySpace <http://www.myspace.com/modiossidi&gt;
Foto ad alta risoluzione qui <http://dl.dropbox.com/u/17890134/Modì_4.jpg&gt;

“Bronz” (a parte i genitori, a memoria d'uomo pare che nessuno l'abbia mai chiamato Alessandro) è cultore di cinema: sacro il quartetto Walter Matthau/Vincent Price/Cary Grant/Peter Sellers. Gran appassionato di musica e Dylaniano fin dalla tenera età, ritiene degni di rispetto quasi esclusivamente...