Musica

Torino, un festival per rendere omaggio a Richard Strauss

La terza rassegna monografica della Città di Torino è dedicata a Richard Strauss, il compositore tedesco di maggior successo nella prima metà del Novecento.

Torino, un festival per rendere omaggio a Richard Strauss

Mentre al Teatro Regio di Torino proseguono le indagini relative all’incidente avvenuto durante una rappresentazione di Turandot il 18 gennaio scorso, prende il via venerdì 2 febbraio, con l’inaugurazione di una mostra documentaria all’Auditorium della Biblioteca Nazionale Universitaria, il Festival Richard Strauss che la Città di Torino dedica al musicista, compositore e direttore d’orchestra, la cui produzione abbraccia molteplici ambiti, dal poema sinfonico al teatro strumentale.

I luoghi del Festival Strauss

Nell’arco di tre settimane, dal 2 al 25 febbraio, si potranno ascoltare dal vivo oltre 50 composizioni tra musica sinfonica, da camera e vocale nel corso di 33 appuntamenti che si svolgeranno al Teatro Regio, al Piccolo Regio Puccini, al Conservatorio Giuseppe Verdi, all’Auditorium Rai Arturo Toscanini, a Palazzo Barolo, nei teatri Astra, Baretti e Vittoria, nelle chiese Gran Madre di Dio e San Giovanni Evangelista. In programma, anche un convegno al Circolo dei Lettori, concerti all’Accademia di Musica di Pinerolo e alla Biblioteca Musicale Andrea Della Corte, proiezioni al Cinema Massimo. Gli incontri, la mostra e i concerti nelle chiese sono a ingresso gratuito.

Salome in forma semiscenica

Tratta da Oscar Wilde e causa di evidente scandalo, Salome ha consacrato Strauss come compositore per il teatro. A causa dell’incidente avvenuto al Teatro Regio il 18 gennaio durante una recita di Turandot, l’opera di Richard Strauss, nelle cinque recite in programma tra il 15 e il 25 febbraio, sarà presentata in forma semiscenica a cura di Laurie Feldman, assistente di Robert Carsen, anziché nell’annunciata versione firmata dal regista canadese.

Il palcoscenico del Teatro Regio, infatti, è attualmente sottoposto a una serie di revisioni tecniche per il ripristino della completa funzionalità della macchina scenica. Invariato il cast e la direzione d’orchestra affidata a Gianandrea Noseda.

 

Roberto Mazzone

Autore:

Roberto Mazzone

REDATTORE