SONIC STATION - Sonic Station - Frontiers Records - 2012

Massimo
Agliardi
Miniatura
Musica

Arrivano al debutto questi Sonic Station e lo fanno con un album omonimo, che profuma di aor/westcocoast lontano un miglio e pane per i denti, dei vari fans di Toto, Airplay e Chicago. La band, ruota attorno al talentuoso chitarrista e compositore svedese Alexander Kronbrink che, per questo debutto, si è avvalso di ben quattro cantanti diversi (tra cui la bravissima Marika Wilstedt, sua compagna nella vita) per dare più sfumature ai vari brani.


E’ pura magia sentire l’opener “Love’s Gonna Show The Way”, graziata da un coro e un cambio finale di fattura decisamente ’80 alla Toto/Airplay; superba Marika in “I Wish I Could Lie”, intensa track sorretta oltre che da un cantato incredibile, da un Alexander sempre ispirato e presente. Qualcuno ha già ribattezzato questi Sonic Station i nuovi “dei” dell’aor anni ’80 e credo che sia un po’ troppo come etichetta ma è innegabile, che il talento è davvero tanto e alcuni passaggi son sopra la media (“The Most Beautiful Fear” e “Running Through The Night” per esempio) ma da qui a “capolavoro”, passa un bel fiume di mezzo. I Sonic Station sanno il fatto loro bisogna dirlo e ci regalano un bel cd, di sano e gustoso aor, che vi trasporterà per mano lungo un caleidoscopio di suoni ed emozioni difficili da dimenticare.


Un debutto da tener presente; bravi davvero e brava la nostra Frontiers Records, che si è accaparrata un’altra “new sensation” from Sweden!

MOMENTO D’ESTASI:  un paio di brani come “Love’s Gonna Show The Way” e “Running Through The NIght” la dicono lunga sulla qualità di questi Sonic Station.
COLPO DI SONNO:   direi assolutamente nessuno. Da consigliare a chi ama il grande aor ’80 con venature care al sound europeo e soprattutto scandinavo degli ultimi anni.

Massimo
Agliardi