Piano Italiano, il piano jazz di Danilo Rea al Teatro Salieri di Legnago (VR)

Miniatura
Musica

Giovedì 15 marzo alle 21.00 al Teatro Salieri (0442 25 477 www.teatrosalieri.it)  di Legnago (VR)  ultimo concerto del ciclo “Piano Italiano”, con il piano jazz di Danilo Rea.

La Musica è emozione e comunicazione, al contrario che senso avrebbe? Suoniamo per trasmettere ciò che ci emoziona a chi viene ad ascoltarci. Non c’è cosa più bella che l’arrivo di un ascoltatore che ti dice: grazie per le emozioni che questa sera mi hai dato. È lo scopo della musica, l’emozione, e la musica è in grado di arrivare a comunicarla più di ogni altra cosa”. (Danilo Rea intervistato dalla rivista PianoSolo, febbraio 2011)

“Tecnicamente emerge per la profondità del suono, il virtuosismo della mano sinistra, il tocco perlato, a volte dolce, a volte percussivo, della mano destra” (M. Contat, Télérama, 08.09.2010)

Danilo Rea cattura l’ammirazione degli ascoltatori soprattutto grazie alla grande versatilità e all’apertura musicale. Pianista di formazione classica, diplomato al Conservatorio dell’Accademia di Santa Cecilia, debutta nel mondo del jazz con il Trio di Roma nel 1975, raggiungendo la notorietà internazionale.
Considerato come il grande poeta tra i musicisti jazz, audace improvvisatore dalla spiccata sensibilità melodica,  Rea è certamente uno dei pianisti che più ha segnato la scena jazz in Italia negli ultimi decenni, tanto che viene spesso accostato al grande Keith Jarrett. Tuttavia, a differenza delle star americane, egli trae la propria aspirazione dalla tradizione dalla sua terra di origine, dai classici e dal pop italiano.

Il suo repertorio infatti non conosce limiti di genere. Dai Beatles alle arie d’opera, dagli standard jazz alle canzoni dei cantautori italiani, la sua musica dimostra un eclettismo che fanno del jazz un linguaggio applicabile a qualunque tipo di brano senza limiti di sorta.

Numerose sono le sue collaborazioni con personaggi di spicco del panorama musicale  jazz da Enzo Pietropaoli a Roberto Gatto per poi duettare e “dialogare” anche con la tromba del grande Paolo Fresu.
Alla carriera di pianista jazz affianca considerevoli interventi con protagonisti della musica leggera italiana come Pino Daniele, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia ma soprattutto da più di dieci anni è il pianista di fiducia di Mina.

Ultimi posti disponibili: Da € 10 a € 23, alla Cassa del Teatro. I biglietti sono in vendita anche  al telefono, con carta di credito; online, www.teatrosalieri.it; e nelle agenzie Unicredit (numero verde 800 323 285), nei punti vendita Uniticket, nel Circuito Box Office (045 801 1154).

CORSI: Dal 2000 al 2002 ho frequentato il Laboratorio Permanente della scuola di recitazione Campo Teatrale di Milano, tenuto da Gianluca Stetur e Ombretta Nai. Dal 1998 al 2000, ho frequentato i 2 anni del corso di recitazione presso Quelli di Grock. L?insegnante del 1° anno è stato Gaddo Bagnoli,...