JOHN CALE & BAND IN CONCERTO A ROMA

Miniatura
Musica

Sono partite le prevendite per il concerto di John Cale, fondatore insieme a Lou Reed dei leggendari Velvet Underground, che arriva nella Capitale con la sua band per uno straordinario live previsto il 16 marzo 2012, all’Orion.

Il musicista, che ha da poco firmato con l’etichetta discografica Double Six, proporrà ai suoi fan i pezzi del nuovo EP “Extra Playful”, che contiene la five track: 1. "Catastrofuk”; 2. "Whaddya mean by that?"; 3. "Hey Ray"; 4. "Pile a l'heure"; 5. "Perfection". Il primo album completo per la nuova etichetta sarà pubblicato nel corso dell’anno.

Gallese, figlio di un minatore e di un’insegnante di scuola elementare, John Cale (9 marzo 1942) dal 1960 al 1963 studia musicologia al Goldsmith’s College di Londra (che nel 1997 lo nominerà membro onorario); trasferitosi negli Stati Uniti, si appassiona allo sperimentalismo di Schoenberg, Stockhausen e La Monte Young, entrando per un breve periodo a far parte del gruppo di quest’ultimo, Theatre Of Eternal Music. Nel 1965, suonando dal vivo con un gruppo chiamato The Primitives, fa la conoscenza di Lou Reed: i due condividono un appartamento a New York e si guadagnano da vivere suonando per strada.

Dopo l’esperienza epocale nei Velvet Underground, consumata sotto il patrocinio artistico di Andy Warhol e bruscamente interrotta a causa degli insostenibili attriti con lo stesso Reed, nel 1969 Cale confeziona per la ex vocalist del gruppo, Nico, un album intitolato “The Marble Index” in cui arrangia e suona tutti gli strumenti. Gli anni più recenti lo vedono collaborare con l’amico Brian Eno e con il cantautore Bob Neuwirth per due bei dischi firmati in coppia, ma anche con musicisti eterogenei come Hector Zazou, Siouxsie Sioux, Alan Stivell, le Mediaeval Babes e Gordon Gano.

Un’opera ispirata a Mata Hari su libretto di Franz Harland, un balletto dedicato a Nico e una serie di performance londinesi in coppia con il dj americano Adam Dorn sotto la sigla Dead Agents (nell’occasione Cale legge anche passi della sua autobiografia, “What’s Welsh for Zen”) danno ulteriore misura dell’eclettismo del personaggio, che trova tempo ogni tanto anche per qualche disco di canzoni pop: tra i più recenti, “Walking On Locusts”, “Hobo Sapiens” e “Black Acetate”, ne confermano la inossidabile freschezza artistica. Nel 2007 è la volta di “Circus Live”, triplo album live che comprende un DVD e performance registrate nei tour del 2004 e 2006. Entro la fine del 2012 ci sarà la release del nuovo album, sotto la direzione della Double Six.

 

Orion

WWW.ORIONLIVECLUB.COM

info: Tel. 06 89013645

 

Riferimenti per la data romana:

WWW.THE-BASE.IT

Info: Tel. 06.54220870

Info diversamente abili: Tel. 06.54220870      

Circuiti di prevendita: Ticketone, Greenticket           

 

“Bronz” (a parte i genitori, a memoria d'uomo pare che nessuno l'abbia mai chiamato Alessandro) è cultore di cinema: sacro il quartetto Walter Matthau/Vincent Price/Cary Grant/Peter Sellers. Gran appassionato di musica e Dylaniano fin dalla tenera età, ritiene degni di rispetto quasi esclusivamente...