I SURSUMCORDA PER IL CONCERTO DELLA MEMORIA AL TEATRO FERRINI DI CUNEO

Miniatura
Musica

Venerdì 27 gennaio a Caraglio (CN) i Sursumcorda si esibiranno in occasione della giornata della memoria alTeatro Ferrini. Dopo lo straordinario successo alla Scighera di Milano, il sestetto ha inaugurato il tour 2012 in grande stile dopo le soddisfazioni ricevute con i responsi critici per l'album La porta dietro la cascata, la vittoria del premioRaccorti sociali per la colonna sonora del cortometraggio Francesco e Bjorn.


Venerdì 27 gennaio i Sursumcorda saranno al Teatro Ferrini, un bellissimo cinema teatro animato da un'associazione attenta e piena di amore per l'arte. Scelti per la terza edizione del Concerto della Memoria - dopo Luca Bassanese e Michele Gazich - si celebrerà il ricordo dell'apertura dei cancelli di Auschwitz, il valore della pace e della tolleranza. La serata si aprirà con la proiezione del corto Francesco e Bjorn a cui seguirà il concerto intervallato da un omaggio all'Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters attraverso la lettura di alcune poesie musicate con la voce di Luca Armando.

I Sursumcorda presenteranno ancora una volta la loro inconfondibile miscela di canzone d'autore e world music, jazz e musica colta, espressa in modo eccellente nel premiato La porta dietro la cascata (Sursumcorda/Dase SoundLab/Accademia del Suono/Egea/Bollettino Edizioni Musicali). Un doppio album complesso e ambizioso che ha convinto la critica (ad es. Il Mucchio, Suono, L'Isola che non c'era, AllAboutJazz) e ha affascinato il pubblico.

Sursumcorda Live
27 Gennaio 2012

Teatro Ferrini
Via Ferrini 9,
Caraglio (CN)
ore 21.00

ingresso 8 Euro

 

Prossime date dei Sursumcorda:

il 28 al Teatro Salvini di Pieve di Teco (IM),
il 29 all'Isola Ritrovata di Alessandria.
E altre nuove date saranno presto comunicate.


Info:

Teatro Ferrini:
http://www.ferrini.org/

Sursumcorda:
http://www.sursumcorda.it

Synpress44 Ufficio stampa:
http://www.synpress44.com
 

“Bronz” (a parte i genitori, a memoria d'uomo pare che nessuno l'abbia mai chiamato Alessandro) è cultore di cinema: sacro il quartetto Walter Matthau/Vincent Price/Cary Grant/Peter Sellers. Gran appassionato di musica e Dylaniano fin dalla tenera età, ritiene degni di rispetto quasi esclusivamente...