GRAND ILLUSION - Prince Of Paupers - Aor Heaven - 2011

Massimo
Agliardi
Miniatura
Musica

A un anno dal fortunato "Brand New World", tornano gli svedesi Grand Illusion, con un album questo "Prince Of Paupres", che profuma di successone lontano un miglio; il sound della band si è fatto ancora più melodico e allo stesso tempo, più heavy e i primi accostamenti che mi vengono in mente ascoltamdo l'opener "Gates Of Fire" sono due: Elegy e Zeno.

Melodie incredibili e vocalizzi d'altri tempi, il tutto costruito su arrangiamenti mai banali e anz,i sempre avvincenti, sia quando si tratta di correre sul filo del grande hard rock ("Prince Of Paupers" e"St.Theresas'Love") o lasciarsi andare ad incredibili aperture aor/melodic rock, (da podio e tra le più belle dell'intero lavoro "Better Believe It", "Through This War" e "So Faraway", quest'ultima, vero ponte con il sound di Zeno Roth) il tutto, sempre sorretto da una produzione davvero notevole e con chitarree tastiere sempre in primo piano. Non potevano mancare delle ballads e "Believe In Miracles" (superba) e "Winds Of Change", consacrano definitivamente i Grand Illusion come una delle realtà più interessanti e di valore, del nuovo "sweden aor". Promossi a pieni voti!

MOMENTO D'ESTASI:   la tripletta perfetta "Gates Of Fire" "Through Thsi War" "Believe In Miracles"

COLPO DI SONNO:   nessuno..solo grandissima classe.

Massimo
Agliardi