'ELVIS ALOHA FROM HAWAII' PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

Miniatura
Musica

Lunedì 19 marzo 2012 sarà una data memorabile per la città di Milano. Per la prima volta in Europa sarà possibile assistere alla riedizione del famoso concerto di Elvis Presley  “Aloha from Hawaii”  tenutosi il 14 gennaio 1973 all’Honolulu International Center Arena nelle isole Hawaii e ripreso in mondovisione in tutto il mondo: dal Giappone alle Filippine ad altri 28 paesi, con risultati televisivi impressionanti mai più raggiunti e superati. Al concerto parteciparono allora 6000 persone mentre il pubblico televisivo raggiunse oltre un miliardo di persone grazie alla prima trasmissione via satellite.

L’idea di riproporre questa esibizione nasce dall’incontro di Joe Ontario, riconosciuto da numerosi fan club come il miglior performer di Elvis, con i produttori, Roberta Menegon e Roberto Crema che, folgorati dal forte impatto di Joe e del suo gruppo musicale, la TCB Band Italy, hanno deciso di portare per la prima volta a Milano, la fedele riedizione di un concerto che ha effettivamente fatto la storia della musica.

La serata riproporrà i sapori, le musiche travolgenti, le luci e i colori di quello straordinario evento, regalando al pubblico la possibilità di tornare a sognare sull’onda del ritmo e delle emozioni di una intera generazione, ripercorrendo un viaggio indietro nel tempo che evoca ricordi passati ma che darà anche l’opportunità a tutti di dire oggi “c’ero anch’io”. Sarà anche l’occasione per Milano di essere la città emblema, il punto di partenza per il prossimo 2013, di una serie di concerti nelle principali città d’Europa in cui si festeggeranno i 40 anni di questo straordinario evento musicale.

Durante lo spettacolo Joe sarà accompagnato dalla TCB BAND ITALY. La band si conforma minuziosamente, a livello musicale e scenografico, alla vera TCB BAND che accompagnò Elvis Presley in più di 1200 concerti negli ultimi nove anni di vita frenetica dell’artista in tutta l’America.
Molti musicisti della TCB BAND ITALY negli ultimi anni hanno ripetutamente suonato con i componenti della band originale, accompagnandoli nelle loro tournée in Italia e in Europa.

Joe Ontario è un artista italo/canadese. Vive alternativamente in Canada ed in Italia e nasce artisticamente a 18 anni. Nel periodo della sua permanenza in Italia, durante una sua esibizione in un importante festival italiano, viene notato da Pippo Baudo. Da quell’incontro inizia una serie di performance nel nostro paese. Nel 1981 pubblica il suo primo disco “What’s On Your Mind” che riscontra un grande successo sia in Italia che in Svizzera. L’anno successivo partecipa al programma televisivo “Azzurro” e da quel momento la Rai lo invita a partecipante come ospite a numerosi programmi televisivi. I suoi punti di riferimento sono, senza dubbio, i grandi artisti della musica nordamericana degli anni ’60: Tom Jones ed Elvis Presley. A partire dal 1984 (anno in cui vince il “National Rock Fans Club”) Joe Ontario è l’artista più riconosciuto ed apprezzato dai Fans Club di Elvis, per timbro ed estensione vocale. Nel Corso degli anni si esibisce davanti alle massime autorità delle Nazioni Unite e all’Ammistrazione Municipale di Londra. E’ acclamato in occasione di un concerto all’Hotel Hilton di Toronto. Sempre in Canada partecipa a Collingwood ad uno dei più importanti ed imponenti raduni dedicati ad Elvis. Durante le sue esibizioni sia all’estero che in Italia, è seguito da un vasto pubblico tanto da avere collezionato in varie date il “sold out”. Oltre a ripercorrere le gesta di “The King”, Joe è anche autore e compositore di oltre 100 pezzi inediti.

 

lunedì 19 marzo 2012 ore 21.00

TEATRO DELLA LUNA
Via G. di Vittorio, 6 20090 Assago - Tel. 199.12.88.00

Per info e prenotazioni www.teatrodellaluna.it - www.ticketone.it

 

 

 

 

“Bronz” (a parte i genitori, a memoria d'uomo pare che nessuno l'abbia mai chiamato Alessandro) è cultore di cinema: sacro il quartetto Walter Matthau/Vincent Price/Cary Grant/Peter Sellers. Gran appassionato di musica e Dylaniano fin dalla tenera età, ritiene degni di rispetto quasi esclusivamente...