BRUCE SPRINGSTEEN - Wrecking Ball - Sony Music - 2012

Massimo
Agliardi
Miniatura
Musica

Si chiama "Wrecking Ball", il nuovo album del "Boss" e il caro Springsteen torna in questo 2012, con un album che pesca sapientemente a piene mani, tra le sue ultime cose ("Working On A Dream" e "Magic") e la parentesi folk della Seeger Session Band; un album questo "Wrceking Ball" dalle due anime, quella più smaccatamente rock in brani come la bellissima "We Take Care Of Our Own" o "Death To My Hometown" fino alla title track "Wrecking Ball", il tutto amalgamato con quelle soluzioni dal sapore folk americano, che fecero la fortuna di un album come "We Shall Overcome".

Brani come "Easy Money" o "Jack Of All Trades" (quest'ultima una vera chicca) colpiscono a segno per quel loro piglio cantautoriale e dal sapore folkeggiante; il Boss poi si lascia andare a brani dal sapore acustico e profondo, come "You've Got It" (non distante da certe cose del periodo "Human Touch") prima di ritrovare la bella ed emozionante "Land Of Hope And Dreams", patriottica e da commozione assicurata.

Chiude la struggente "We Are Alive", prima di un paio di bonus come "Swallowed Up" e la riroposizione di "American Land"; un grande ritorno (i tempi di "The Rising son lontani ahimè...) forse, non uno dei capolavori del Bos ma un grande album davvero..intenso, maturo e dannatamente SPRINGSTEEN!

 

MOMENTO D'ESTASI:   la magnetica "Jack Of All Trades" e la più spigliata "This Depression" doppiata subito dalla bellissima "Wrecking Ball".

COLPO DI SONNO:   l'esperimento riuscito per metà di "Rocky Ground".

Massimo
Agliardi