BOBBY KIMBALL/JAMI JAMISON - Kimball/Jamison- Frontiers Rec. 2011

Massimo
Agliardi
Miniatura
Musica

Cosa può accadere se, due dei cantanti rock più talentuosi degli anni '80, si incontrano e decidono di rilasciare un album insieme? Un successo planetario, ve lo assicuro, ecco la risposta! Questo è quello che succederà a questo primo lavoro di Bobby Kimball (Toto) e Jami Jamison (Survivor) che per l'occasione, si sono circondati di musicisti di tutto rispetto come Alex Beyrodt (Sinner, Primal Fear e Voodo Circle) e Matt Sinner (Sinner, Primal Fear, Kiske Somerville) per dar vita  un concentrato di grandissimo hard rock, venato di pom/aor, che farà la gioia dei fans delle bands nadre dei due vocalist, senza però risultare una spudorata copia, anzi gli elementi innovativi e moderni non mancano e sono ben fusi con lo spirito del cd.

"Worth Fighting For" e "Can't Wait For Love", da sole valgono il prezzo del cd e vi assicuro che due brani cosi' stenderebbero chiunque, (provare per credere) con quella coralità che è sempre stata la spina dorsale delle melodie di Kimball e Jamison, qui portate a un livello semplicemente pazzesco; è pura gioia sentire questi due cantanti di razza, divertirsi come bambini a duettare con una naturalezza disarmante su brani per nulla facili come "Chasing Euphoria" o "Get Back In The Game" (e qui il bravo Jim Peterik nel sogwriting si fa sentire) che affiancati a una dolcissima "Find Another Way", (un lento alla Survivor d'annata) formano un trittico da Oscar immediato.


Matt Sinner si dimostra ancora una volta, sia musicista di grande valore, che produttore raffinato e attendto agli arrangiamenti ed è proprio in brani dal forte impatto "westcost" come "I Did Everything Wrong", che la vena alla "vecchi Sinner", esce allo scoperto sigillando un brano che nelle mani di Kimball e Jamison, diventa un piccolo capolavoro, cosi' come la dolce "Shadow Of Love" (già sentita cantata da John Waite, sul suo ultimo lavoro solista) che doppiata da "Hearts Beat Again", si sfidano tra cori incantevoli e tastiere magnetiche. Se cercavate un singolo da "autostrada", non sbaglierete a mettere a tutto volume "We Gotta Believe", che con quel suo fare alla Michael Bolton, vi condurrà per mano verso lidi melodici mai toccati; finale tutto in salita prima con la rock "Kicking And Screaming" (un mix perfetto tra Survivor e i Wet di Erik Martenson)) seguita dalla malinconica e dolce "Your Photograph", epilogo perfetto per un album da TOP assoluto. Uno dei Capolavori di questo autunno rock!

MOMNETO D'ESTASI:   la doppietta iniziale "Worth Fighting For" e "Can't Wait For Love" da sole abbattono qualunque barriera!

COLPO DI SONNO:   assolutamente nessuno!!!

Massimo
Agliardi