BEGGARS & THIEVES - We Are The Brokenhearted - Frontiers Rec. - 2011

Massimo
Agliardi
Miniatura
Musica

Quattro album in vent'anni, non è un grande primato, per una band ma se la qualità è sempre cosi' elevata, vale bene aspettare no? Il nuovo "We Are The Brokenhearted" è un lavoro solare energico, fatto di melodie davvero vincenti e supportato da una produzione davvero buona e lo si capisce subito da un opener come "We've Come Undone", che sembra davvero rimarcare i fasti dei Giant di "Time To Burn" o degli Hardline del debutto, il tutto inframezzato da spruzzate aor alla Toto.

Louie Merlino si dimostra ancora una volta, un cantante versatile e dalla timbrica profonda e "Seven Seconds" ne è la migliore etichetta cosi' come "Stranded," un brano che farebbe la fortuna di Stan Bush. Ottima prova del chitarrista Ronnie Mancuso, vera scheggia impazzita su "Midnight Blues" e sulla conclusiva title track "We Are The Brokenhearted", altra gemma segreta di un album che riporta in auge, una band dimenticata da molti sugli scaffali.

Un gradito ritorno. Aor '80 di grande classe

 

MOMENTO D'ESTASI:   l'opener "We've Come Undone" grandissima prova di classe superba.

COLPO DI SONNO:   a mio avviso nessuno.

Massimo
Agliardi