ANCIENT BARDS - Soulless Child - Limb Music - 2011

Massimo
Agliardi
Miniatura
Musica

Ammetto che non conoscevo gli Ancient Bards (anche se il loro nome, ormai circola da un bel pezzo, nel giro "metal nostrano") e che sono rimasto davvero colpito, dopo pochi istanti da questo "Soulless Child"; la band tricolore, ci sà fare davvero alla grande e mischia sapientemente il sound cinematografico e sinfonico dei nostri Rhapsody Of Fire, con le influenze più soft degli Edenbridge degli esordi (bravissima la cantante Sara Squadrani, autrice di una performance sopra le righe, per espressività e potenza) il tutto supportato da una produzione, davvero spettacolare.

Bastano le prime note di "To The Master Of Darkness", per farci capire di che caratura è questo disco a suon di chitarre e batterie, lanciate a folle velocità, il tutto sorretto da cori sempre ariosi e ben strutturati, come nella miglior tradizione Rhapsody o Nightwish. Degna di nota la stupenda "Broken Illusion", vero cavallo di battaglia nei prossimi live show, cosi' cime la più articolata "All That Is True", che mette in mostra le qualità di Sara una cantante di cui sentiremo parlare a lungo, con il nuovo anno.

I nostri non disdegnano alcuni esperimenti più "tirati" ed estremi e "Valiant Ride", è un ottimo biglietto da visita anche per tutti quelli, che non digeriscono troppo le melodie zuccherose, con quel suo growl davvero malsano; un album che mantiene alta la bandiera del metal di casa nostra e che lancia, nel podio delle "new sensation", questi Ancient Bards, una band che ormai, è pronta a combattere il mondo...e ad uscirene vincitrice! Bravi davvero!

MOMNETO D'ESTASI:   strepitosa partenza con "To The Master Of Darkness" e "Broken Illusion"

COLPO DI SONNO:   direi nessuno un ottimo disco di metal sinfonico e orchestrale.

Massimo
Agliardi