Alla scoperta della 2Thousand Corporation

Miniatura
Musica

 

La 2Thousand Corporation  è stata  fondata e registrata da Antonello Gabriele, socio fondatore nonché presidente della stessa, il 17/11/2004 a Gioia del Colle (Ba), con sede in via Persico n° 27 e  ha  come scopo principale  la produzione e  la commercializzazione sotto autorizzazione S.I.A.E. (Società Italiana degli Autori ed Editori), di cortometraggi, mediometraggi e lungometraggi inerenti storie culturali e non del nostro paese.

Altro obiettivo della 2Thousand Corporation è la produzione e  la  commercializzazione di brani musicali stampati su cd, mc, lp/mix, dvd , ect,  sempre con autorizzazione S.I.A.E. di artisti italiani e stranieri che facciano  richiesta a questa organizzazione.

La 2Thousand Corporation vanta inoltre  la produzione di ben sei cortometraggi,  ovvero una mini serie  di sei  puntate dal titolo "Il Libro dei Morti" (l’ultimo episodio il 6° è uscito nel marzo del 2008 , ndr ) che è  basato su di una leggenda sconosciuta ai più.

Una gran dama di straordinaria bellezza, vedova di un prode guerriero, mentre si recava in carrozza da Taranto a Bari, stanca del viaggio, si fermò a mezza strada dove esisteva una locanda per il ristoro dei viandanti. Si racconta che, dopo aver consumato la cena, prima di ritirarsi nella sua camera a riposare, volle ammirare, nella notte di luna piena, la gran foresta circostante. Tutta presa dalla bellezza del luogo e affascinata dal silenzio della notte, rotto solamente dal grillare, si mise a raccogliere le lucciole per ammirarle sul palmo della mano. Intenta com’era, non s’avvide che dalla collana, che aveva sul seno, una pietra preziosa si distaccò e cadde sull’erba. La mattina, nel proseguire il viaggio verso Bari, dopo aver percorso parecchie miglia, si accorse della scomparsa della gioia. Tornata immediatamente indietro, si mise a rovistare fra l’erba dov’era stata la notte precedente. Ritrovata la gioia, volle costruire per ricordo perenne sul luogo dell’accaduto, la propria abitazione, dandole il nome di Gioja . Basandosi su questa leggenda, la 2Thousand Corporation ha prodotto il sesto cortometraggio dal titolo “Il Libro dei Morti VI – Bentornato al Sole Nero”. La realizzazione di questo cortometraggio ha come scopo quello di dimostrare anche che creatività ed estro artistico, nonché pratico, sopravvive nei giovani. Questo progetto, che è il sesto nell’ordine, si avvicina per contenuto di più al quinto episodio realizzato (poiché i primi quattro sono completamente fantastici) mentre questo, insieme all’ultimo, ha una trama che sviluppa un argomento che si rifà più direttamente alla tradizione seppur in forma di leggenda.

Il quinto cortometraggio accettava l’ipotesi dell’esistenza del libro dei morti, libro questo che sarebbe stato aggiornato fin dal XVIII secolo, ipotesi che è riportata e documentata nel II libro di Giovanni Carano sulla storia di Gioia del Colle, il sesto, parla diffusamente della leggenda tramandata sulla fondazione della stessa Gioia del Colle e sull’origine del nome. La storia si sviluppa attorno all’anno 1000, ed è la continuazione dell’episodio n°5 dal titolo “Il Libro dei Morti V – Eclisse per una nuova Era”. Hulio e Valery, i due protagonisti dello scorso episodio il primo disperso nel tempo, il secondo dopo il disastro Universale (predizione apocalittica legata alla fine del millennio, retaggio medioevale, che Nostradamus avrebbe previsto) si fonde con la natura e rinasce a nuova vita proprio dalla fondazione della città di Joha (Gioia del Colle) nel ruolo di una bellissima principessa Isabel interpretata da Francesca Catucci, che a passeggio nei campi, perde la gioia (la collana di perle cui era legata, ndr). Cade in un sonno profondo e da li la storia prende corpo e arricchisce di particolari (fantasiosi) la leggenda. Dedicata alla memoria del Dott. Vito Boscia, il film è prodotto da Antonello Gabriele per la 2Thousand Corporation, e conta la partecipazione come attori oltre che dello stesso Gabriele, anche di Paolo Longo e Luca Gentile nei ruoli di tre soldati, Isabella Candeloro nel ruolo dell’Ancella, Marika De Carlo e Antonella Mariano entrambe nei ruoli di due donne sataniche e di  Manuela Vaco nel ruolo di una cortigiana. Le splendide colonne sonore appartengono ad Andrew Powell.

La 2Thousand Corporation vanta anche la produzione  di quattro cd singoli dell' artista Rick Wesley. Il primo è  “Joseph in the Space”  ed è composto  da tre versioni; una versione house (na na mix) e le restanti due (long e short version) in stile  Anni Ottanta  con un ritmo però più accelerato e più sfrenato, che trascina in pista. Il pezzo è ispirato a una persona che conosce direttamente l’artista  e che in qualche modo per i suoi atteggiamenti e per il suo carattere è riuscito a lasciare traccia dentro  il suo cuore.  Joseph è un ragazzo molto altezzoso e pieno di tracotanza e in questa canzone l’artista gli chiede di comportarsi da persona normale e di scendere dallo spazio e dal piedistallo dove si è abbarbicato.

“Can you Feel” è il secondo singolo di Rick Wesley, un brano  pop  dance e  ancora una volta in stile  Anni Ottanta , ma più melodico rispetto al precedente, composto da due versioni: l’original version e la versione acappella. Il brano è nato nel 2004 dopo una lite tra Rick e il suo migliore amico Leonardo dovuto al fatto che la sua ragazza gli aveva posto un incredibile ultimatum: scegliere tra lei e i suoi amici. Lui ha scelto lei e i due non si sono più sentiti. La sera in cui è finita la loro amicizia Rick era  molto triste. Si era  seduto su una panchina e aveva chiamato sua zia chiedendole di raggiungerlo per parlare un po’. Lì è nata l’idea della canzone che è appunto una conversazione telefonica tra Rick  e sua zia.

“Fallin in Love” è il terzo singolo di Rick Wesley, composto da tre versioni: una commerciale (Radio Edit), una minimale (Maya Dj Minimal Shoch Version) e  una progressiva (Km 1997 Progressive Mix). Il singolo racchiude anche una versione remixata di “Can you Feel” (Alternative Mix). Questo brano è nato nel 1997 dopo un avvenimento accaduto a Rick  che lo ha segnato parecchio. Era un venerdì di Aprile del 1995, quando Rick casualmente conobbe una ragazza che lo impressionò favorevolmente. Quella fu la prima e unica volta che egli la vide,  aspettando invano per anni una telefonata che però non è mai arrivata. In questa canzone Rick esprime tutte le sue emozioni,  nonché l’attrazione che provava per lei e la sua grande passione per il ballo.

“Together in Summer” è il quarto singolo di Rick Wesley, realizzato in due versioni, una pop-rock (PoPerMix version) e una tec-house (Release version). Questo brano è nato nel 1999 in seguito ad un mancato appuntamento. Era una sera di estate, a Luglio quando Rick in casa fu raggiunto da un carissimo amico  che lo invitava a seguirlo a bordo di uno scooter per incontrare una ragazza in un paese limitrofo.  Aveva gli occhi celesti e capelli biondi molto lunghi, ma i due non riuscirono ad incontrarla per un guasto al motore che li fece rimanere in panne. Da questo episodio è nato il titolo del brano.

I quattro singoli sono tutt’ora disponibili su i-Tunes, Sorrisi Music  Shop, Mondadori Shop  e presto saranno disponibili anche su Amazon.

Laura Gorini per 2Thousand Corporation
email: laura.gorini@yahoo.it
telefono: 333/6434873