Palermo, le eccellenze musicali nella stagione della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana

Al via la 59esima stagione della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana “in un teatro completamente rinnovato”, spiega il sovrintendente Giorgio Pace, alla sua seconda stagione al vertice della Fondazione. “Questa stagione intende proseguire sull’alto livello di impaginazione che ha caratterizzato la precedente, sia sul piano degli interpreti che delle scelte di repertorio”
Spettacoli Palermo: FOSS
Classica

Il concerto d’esordio vede al pianoforte Alexander Toradze, impegnato, nella prima parte, con il Concerto n.3 per pianoforte e orchestra op.26 di Sergej Prokof'ev, e, nella seconda parte, con Johannes Brahms, Klavierquartett in sol minore op.25 (Quartetto per pianoforte e archi in sol minore op. 25), orchestrazione Arnold Schönberg. In programma 28 concerti da ottobre a maggio, la Settimana di Musica Sacra a Monreale (12-17 dicembre), i concerti di Natale e Capodanno, una stagione ideata su misura per le scuole e i concerti dell’Orchestra Giovanile Siciliana. Un’altra novità è l’inizio del concerto serale alle 21.00, dopo un anno di sperimentazione europea, che aveva portato i professori di orchestra sul palcoscenico con mezz’ora di anticipo. Gli spettacoli saranno suddivisi in due turni: il venerdì alle 21.00 e il sabato alle 17.30.

Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana: la nuova stagione 2017/18

Figurano tra gli altri, in programma, il veterano della tradizione russa, Mikhail Jurowski (12/13 febbraio), che sarà interprete della Sinfonia n.11 (la cosiddetta “L’Anno 1905”) di Sostakovic; Hans-Joerg Schellenberger (11/12 maggio), specialista della tradizione classica; Duncan Ward (tra i migliori giovani talenti del concertismo internazionale, compositore di vaglia e pupillo di Barenboim) il 18/19 maggio; George Pehlivanian (22/23 ottobre). Oltre a quello di Schellenberger, spiccano in stagione tre casi molto notevoli di direttori-solisti: il primo è quello di Giovanni Sollima (9 e 10 febbraio) che propone il suo “N-Ice Cello” (un percorso che oltre all’incredibile uso del violoncello di ghiaccio prevede brani di Haydn e il noto Concerto di Gulda); Barry Douglas e Alexander Lonquich. Assai nutrito pure il parterre pianistico (Elisa Tomellini, Sofya Gulyak e Lorraine Min) e violinistico (Stefan Milenkovic, Aiman Musahodjaeva, Mark Kaplan, Pavel Berman). Tra le proposte solistiche: il violoncello di Anastasia Kobekina (Concerto in mi minore di Elgar 2/3 marzo), la viola di Jakov Zats (Rapsodia Concerto di Martinu 16/17 febbraio), il clarinetto di Lillo Palermo (palermitano, come altre due giovanissime “glorie locali”, già premiate da riconoscimenti internazionali: il fagotto di Riccardo Terzo e il corno di Antonino Alba). Grande spazio anche al repertorio classico, che annovera, tra i vari appuntamenti, la Musica per i reali fuochi d’artificio di Haendel, diversi concerti mozartiani pianistici, le tre “dispari” di Beethoven particolarmente amate dal pubblico (n. 3 Eroica, Quinta e Settima) ed alcune occasioni di grande organico (Nona di Mahler, Una vita d’eroe di Strauss, L’Anno 1905 n.11 di Sostakovic).

I 100 anni dalla nascita di Claude Debussy

Il filo rosso che caratterizza l’intera Stagione sarà il centenario della nascita di Claude Debussy (1918/2018) del quale si riproporranno a giusto titolo capolavori quali La Mer, Pélleas et Mélisande, Jeuxe, rari frammenti del Martyre de Saint-Sébastien. L’iniziativa è come contrappuntata da varia musica francese coeva di non minore raffinatezza (Chabrier, Saint-Saens, Satie, Ravel) e da quel Novecento storico che è il collante di tutte le impaginazioni della Sinfonica: Bartok (del quale si esegue in forma oratoriale l’opera Il Castello di Barbablu), Hindemith, Schoenberg, Szymanowski, Prokof’ev, Sostakovic, Ives, Martinu, Copland, Bernstein (insieme ai connazionali Gerhwin e Kalman). Bernstein sarà brillantemente diretto dal direttore-pianista Alexander Frey, specialista di musica americana il 23/24 marzo) mentre non mancherà un incontro col mondo della musica jazz nel concerto del 9 e 10 dicembre diretto da Paolo Silvestri che avrà protagonista il Kenny Werner Trio insieme all’Orchestra Sinfonica Siciliana.

Orchestra Sinfonica Siciliana: Stagione completa