Workshop

Roma: laboratorio di teatro - Poesia di scena. Per ragazze e ragazzi tra i 20 e i 30 anni.

Roma: laboratorio di teatro - Poesia di scena. Per ragazze e ragazzi tra i 20 e i 30 anni.

Di seguito, alcuni dettagli sul laboratorio che inizierà il 30 settembre.

 

1. Il laboratorio si svolgerà ogni sabato e domenica per 3 ore il pomeriggio presso la ‘Scatola dell’Arte’ in Via dei Latini 28, ROMA. Un piano più dettagliato in termini di orari sarà disponibile a breve.

Il costo della sala è di 10 € l’ora, da dividere per il numero di partecipanti totali al laboratorio (7 massimi, me incluso).

Lo spettacolo andrà in scena la settimana prima di Natale, possibilmente a tre riprese, ma la scelta del teatro è ancora da definire.

 

2. Sul merito del lavoro che andremo a fare. Si tratterà di ‘teatro di poesia’, o di ‘poesia a teatro’. Ciò non significa solamente, però, che il testo scelto sarà un testo in versi. Fare poesia a teatro significa farlo con i mezzi del teatro. Tutto ciò che accade sulla scena, nel ‘qui e ora’, appartiene a uno spazio poetico completamente indipendente e autonomo, dove ogni segno, parola e azione è un oggetto e un componente dell’ ‘immagine’ generale. Il suo ruolo è nell’attuale presenza di fronte al pubblico, tessendo un reticolo che esiste di proprio diritto, ed è sconnesso da situazioni pre-esistenti, così come da trame e concetti.

In questo progetto, quindi, l’immanenza della scena è l’unica cosa che conta per formare la tessitura finale, costruita con un linguaggio a sé stante, a tal punto che, per esempio, potremmo dire che sollevare un pezzo di stoffa ha, sulla scena, lo stesso ruolo che ha far rimare una parola (sulla pagina): sono due segni appartenenti a due diversi linguaggi. 

Proprio per questo, l’ossatura del testo poetico è il binario d’acciaio più sicuro per studiare l’autonomia e l’originalità della scena, per esempio domandando: ‘Cosa succederà, sulla scena, se il verso è finito, sulla pagina?’ 

Il training risponde a domande di tal genere e opera sugli strumenti di composizione fisica estemporanea, partendo dall’alternanza di variabili fisse, passando per l’introduzione della parola in varie sue funzioni (reattiva, analogica, ‘descrittiva’...) e, soltanto dopo, trovando il ‘testo’, utilizzato nella prospettiva neolinguistica sopra descritta, e aperta dalla preparazione. Il training non è dunque un semplice esercizio di riscaldamento, ma il graduale sviluppo dei flussi di parola-azione che, debitamente affinati, andranno poi a comporre lo spettacolo (‘l’immagine’).

Va da sé che avere il testo già pronto è secondario, ma questo sarà orientativamente uno dei quattro Drammi per danzatori di Yeats, o uno degli esperimenti di Pound con la tragedia greca (ElettraLe trachinie) o con la poesia cinese (Cathay), che si prestano più direttamente all’idea di teatro sottesa al laboratorio.

 

3. Se si vuole essere considerati, l'unico requisito, oltre all'età compresa tra i 20 e i 30 anni, sarà un colloquio con il sottoscritto entro il 28, in data e ora da concordare chiamando il numero 331 5964806. Potrebbe essere richiesta la lettura di una poesia, da me fornita.

 

 

Tommaso Edison Cavani

Autore:

Tommaso Edison Cavani

COMPAGNIA TEATRALE